Editoriale
di Roberto Faenza

Articoli

Dic
15

ERA GIÀ TUTTO SCRITTO CON QUELLA COMMISSIONE DELL’ANICA. “A CIAMBRA” SUBITO FUORI DALL’OSCAR, SPERIAMO IN GUADAGNINO

L’angolo di Michele Anselmi Come volevasi dimostrare. “A Ciambra”, il film del 33enne italo-americano Jonas Ash Carpignano, molto apprezzato dalla critica, da Nanni Moretti e sostenuto da Martin Scorsese, che però non sembra essersi dato molto da fare visti i risultati, non è entrato nemmeno nella short-list di nove titoli che precede la cinquina ufficiale […]

Read More
Dic
4

Le novità del Centro Sperimentale di Cinematografia in attesa dell’anno Fellini

Tutti possono fare del cinema? Per il Centro Sperimentale di Cinematografia, la scuola che offre ai giovani la possibilità di intraprendere la carriera cinematografica, sì: tanto da costituirne l’incipit, perentorio e categorico, del filmato di presentazione. E per celebrare i cento anni dalla sua fondazione ne ha realizzato un altro, sempre in bianco e nero, […]

Read More
Nov
28

I suonatori Jones del cinema. Il punto di vista di Dario Cesarini, giovane musicista e compositore

Provate ad immaginarvi l’intro di “Apocalypse Now” di Francis Ford Coppola, il bombardamento a tappeto sullo sconosciuto e lontano villaggio vietnamita senza l’accompagnamento musicale di “The End” dei Doors, quel lento ed ondeggiante climax che conduce alla pazzia e alla furia disumana scaturita dalle guerre. Provate ad immaginare il lungo e tortuoso cammino del mercenario […]

Read More

Recensioni

Dic
13

CONEY ISLAND ANNI CINQUANTA, WOODY FA DI NUOVO CENTRO. SULLA RUOTA DELLE MERAVIGLIE GIGANTEGGIA KATE WINSLET

L’angolo di Michele Anselmi Lo sapevate? Si chiama Windsor il carattere tipografico che Woody Allen usa da non so quanti anni per i titoli di testa dei suoi film. Elegante, funzionale, a suo modo leggiadro, graficamente ideale. Scalfari ha avuto di recente il suo “font”, ribattezzato Eugenio, ma volete mettere con il regale Windsor di […]

Dic
12

TRANQUILLI: IL NOME DI FAUSTO BRIZZI C’È SUI TITOLI DI CODA. “POVERI MA RICCHISSIMI”, UN SEGUITO DAVVERO DEPRIMENTE

L’angolo di Michele Anselmi Tranquilli: il nome di Fausto Brizzi c’è, sui titoli di coda, che poi sono i titoli di testa. Nessuno strappo al diritto d’autore, alla “creatività”, dunque. E tuttavia, dopo aver visto “Poveri ma ricchissimi”, una certa indeterminatezza sulla regia avrebbe forse giovato al cineasta italiano. Tanto è fiacco, sciapo e stiracchiato […]

Dic
7

“L’INSULTO”, DAL LIBANO UN FILM PROCESSUALE DA NON PERDERE. A VENEZIA HANNO PREMIATO SOLO L’ATTORE PALESTINESE: BOH!

L’angolo di Michele Anselmi Certo che le giurie dei festival sono strane. Prendete quella diretta da Annette Bening all’ultima Mostra di Venezia. Ha premiato con la Coppa Volpi, come migliore attore, solo uno dei due interpreti alla pari del film “L’insulto”. E cioè il palestinese Kamel El Basha, mentre il deuteragonista perfetto, ossia il libanese […]

Dic
6

LA DIUTURNA GUERRA DEI SESSI SECONDO FRANCESCA COMENCINI. “AMORI CHE NON SANNO STARE AL MONDO”, UN FILM DA VEDERE

L’angolo di Michele Anselmi “Alla fine, cazzo, anche i Beatles si sono sciolti!”. Bisogna riconoscerlo, è una bella battuta per chiudere un film su una storia d’amore. La grida Claudia nell’epilogo di “Amori che non stanno stare al mondo”, gettando nel Tevere il cappello a falde larghe rosso bordò che sembrava imprigionarla in uno stereotipo […]