CINEPOSTER: THE STRANGERS

Il poster di The strangers fa entrare lo spettatore di soppiatto  nell’interno ideale di una sit-com: ordine, calore e pulizia emanano dai mobili, dal trofeo della corna di cervo, dal pianoforte, dai pochi oggetti in vista; lo spazio deve restare sgombro per non distrarre l’attenzione dai movimenti e dalle battute ad effetto dei personaggi. Qui l’elemento su cui  e’ obbligo focalizzarsi è l’intrusione di una presenza oscura e minacciosa, verso cui guarda impaurita la giovane donne in  camicia a quadrettini. L’ambiente spoglio si tramuta così in un luogo d’assedio, che non consente però protezione dall’invasione subdola del nemico, ovvero dall’estraneo, nel senso di sconosciuto. La locandina fotografa la fisionomia della paura e rende chiaro come la tortura della mente sia assai più spettacolarmente corrosiva di quella fastosamente barocca inflitta nei vari Saw e simili ai corpi.  Insinuare il dubbio nella quotidianità è il meccanismo  vincente dell’horror, la cui interpretazione alla lettera probabilmente  ha determinato il successo negli States della pellicola del regista esordiente Bertino.

Per trama, trailer, galleria di immagini, scheda tecnica e critica:
www.cinematografo.it,  www.mymovies.it e
www.filmtv.it-per recensione link correlato

 

Lascia un commento