Festival | I premi della 10. Edizione del Cinema Europeo di Lecce

Festival | I premi della 10. Edizione del "Festival del Cinema Europeo di Lecce"

Si è conclusa con grande successo di pubblico e di critica la 10. Edizione del Festival del Cinema Europeo, diretto da Alberto La Monica e Cristina Soldano, che si è tenuto a Lecce dal 31 aprile al 5 aprile. Un incremento al botteghino che supera oltre il 50% rispetto allo scorso anno.
Alla serata di premiazione, condotta da Carlo Gentile e Alberto La Monica, numerose presenze istituzionali tra cui il Sindaco di Lecce Paolo Perrone, Nichi Vendola Presidente della Regione Puglia insieme agli ospiti del Festival: Costa Gavras, Riccardo Scamarcio, Valeria Golino, Mimmo Calepresti e tanti altri.

La giuria internazionale, composta da Eva Zaoralova (direttrice del festival Karlovy Vary), Carlo di Carlo (regista e storico del cinema), Carlos Hugo Aztarain (direttore di riviste, attore), Dunja Klemenc (produttrice), Philip Bergson (critico, sceneggiatore ed attore) ha così espresso le proprie preferenze:

Premio Ulivo D’Oro Migliore Film
Kino Lika di Dalibor Matanic, Croatia
Motivazione: Con sicuro mestiere e con una solida struttura, riesce a raccontare con efficacia una storia di solitudine e di disperazione di una piccola comunità di un villaggio di montagna.

Premio Migliore Cinematografia
Tranquility di Robert Alfoldi, Ungheria
Motivazione: Con sapienza professionale, il direttore della fotografia Tamas Babos a dare un forte impatto visivo alle qualità narrative del film.

Premio Migliore Sceneggiature
La Belle Personne di Christophe Honorè, Francia
Motivazione: Per essere riuscito, attraverso un rilevante impianto drammaturgico, a dare vigore espressivo al racconto di un`educazione sentimentale”.

Premio Speciale della Giuria
For a moment freedom di Arash T. Riahi
Motivazione: Un film che racconta l`odissea di rifugiati iraniani e curdi in fuga dall`Iran e dall`Iraq, con partecipazione e con impegno solidale, restituendone con incalzante espressività drammi, paure ansie e speranze di questi uomindi di oggi.

Il Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani, presieduto da Laura Delli Colli, ha attribuito:

Premio Migliore Attrice Europea
Alba Rohrwacher per la sua interpretazione nel film In Carne ed Ossa di Christian Angeli.

Premio Fipresci
Mukha di Vladimir Kott
Motivazione: Per la rappresentazione vitale ed energica di una società in trasformazione che prende a prestiuton da tutto il mondo per costruire la propria identità e per il ritratto di un trentenne che non sa come essere padre ma non smette di provarci.

Premio Migliore Cortometraggio Puglia Show Concorso di Cortometraggi Giovani Registi Pugliesi
Sonderbehandlung di Carlo Michele Schirinzi
Motivazione: Per la ricerca espressiva che rielabora materiali di repertorio in un immaginario personale.

Menzione Speciale
Cara Valentina di Angela Ragone
Motivazione: Per l’efficace e delicato ritratto di una giovane ragazza in difficoltà.
 

Fonte: Cinemaitaliano.info

Lascia un commento