Il valore dell’individuo

Tesina di Sampaolo Floriano

 Per individualismo si intende, in generale, un atteggiamento filosofico, politico o morale che enfatizza il valore dell’individuo rispetto a quello della comunità o della società. Filosofo dell’individualismo è stato sicuramente Nietzsche, che partendo dall’immoralismo e quindi dal rovesciamento della scala tradizionale dei valori morali , ha portato avanti la sua tematica filosofica. Ciò che Nietzsche odia in ogni moralismo cristiano o kantiano, è la morale di Gregge, è l’annientamento dell’individuo, dell’isolato, dell’indipendente, dell’originale; è la negazione degli egoismi individuali a vantaggio dell’egoismo ipocrita e predicatore dei gruppi. Questa impostazione filosofica,che verrà poi strumentalizzata dal nazismo per giustificare la propria ascesa politica e militare, può essere estesa per comprendere al meglio il rapporto conflittuale interpersonale, intergenerazionale o interrazziale e come esso possa nascere proprio da una concezione individualistica, inconscia o meno, della propria esistenza. Percorrendo le vicende narrate da determinati film che si inseriscono a pieno, nella storia cinematografica italiana, è possibile scorgere aspetti di contrasto che emergono proprio da una forte propensione caratteriale, dei personaggi presentati, a pensare prima di tutto a se stessi.

 Per leggere tutta la tesina clicca il link in allegato

 

Lascia un commento