Continuano le polemiche su The Hurt Locker

Un sergente americano contro il film | The Hurt Locker in ombra per gli Oscar

Dopo Nicolas Chartier, produttore della pellicola, escluso dalla cerimonia degli Oscar a causa di una lettera in cui chiedeva ai giurati di votare per il suo film piuttosto che per un kolossal da 500 milioni di dollari, The Hurt Locker è di nuovo al centro delle polemiche. Adesso è un sergente degli Stati Uniti d`America ad accusare la regista Kathryn Bigelow e lo sceneggiatore Mark Boal di aver usato la propria storia per scrivere la sceneggiatura del film. Per il sergente Jeffrey Sarver, la pellicola candidata ad otto premi Oscar sarebbe responsabile di "diffamazione, invasione di privacy e frode". Per preparare il servizio giornalistico alla base della sceneggiatura, Mark Boal nel 2004 ha davvero trascorso alcune settimane presso l`unità di artificieri di cui faceva parte Sarver in Iraq, ma lo stesso scrittore rigetta ora ogni accusa mossagli dichiarando il personaggio protagonista della sua storia come una figura scaturita dai colloqui avuti con oltre cento soldati americani e non con uno solo.   

Lascia un commento