Remember me | Lettera d`amore per New York




La New York violenta e splendida prima della cicatrice dell`11 settembre 2001. Quella solare, allegra e romantica di Central Park e quella gelida delle strade buie e dimenticate. La New York dell`arte e della musica, dei musei e della Oak Room del Plaza con camerieri che sfilano eleganti tra i tavoli, portando calici di vini pregiati. La New York della metro sferragliante e delle bici che sfrecciano nel traffico, dei poliziotti duri del Queens e dei cinici uomini d`affari di Wall Street. Degli studenti che guardano al futuro tra libri e sigarette, birra e biblioteche, serate nei locali e feste tra amici.

È qui che Tyler (Robert Pattinson) incontra Ally (Emilie de Ravin). Giovanissimi portano incise nella carne, come un tatuaggio, ferite profonde. Lei, bambina, ha visto uccidere la madre da due criminali. Lui ha perso il fratello maggiore, suicida nel giorno del suo 22esimo compleanno. Una scommessa, uno scherzo del destino li unisce e il loro amore estivo e lieve crescerà così potente da sconvolgere le loro vite.

Allen Coulter (“Hollywoodland”, “I Soprano”, “Sex & the City”) dirige con mano esperta un mix di attori insolito. Il `rubacuori` Pattinson che si spoglia dei panni del vampiro di “Twilight” per vestire quelli di un giovane ossessionato dai ricordi ma sempre `bello e dannato`. Chris Cooper – già agente FBI corrotto in “Breach-L`infiltrato” – è suo il primo sguardo intenso e glaciale della pellicola. L`attrice di Bergman, Lena Olin e lo 007 Pierce Brosnan, qui rigido padre incapace di esprimere amore per i figli.

Bella la scena di Tyler che un mattino, al risveglio, mentre i raggi del sole attraversano la sua finestra, crea con le mani ombre di uccelli che sfiorano il pavimento e il corpo della sua ragazza che dorme ignara.
Scioccante il finale.

Francesca Bani

 

Lascia un commento