Dennis Hopper, divo di culto. Una scena per ricordarlo

Un regista e un attore di culto | Addio a Hopper

“L`ho incontrato sul set di Velluto blu, appena uscito da una clinica per disintossicarsi. Era pieno di gentilezza”, così, Isabella Rossellini, ha voluto ricordare a pochi giorni dalla scomparsa il collega Dennis Hopper. Morto a causa di un cancro alla prostata, il divo settantaquattrenne è stato un vero e proprio simbolo della New Hollywood. Regista dei cult Easy Rider e Fuga da Hollywood, ha interpretato film come Apocalypse Now, Velluto blu, Gioventù bruciata e Il gigante, entrambi accanto a James Dean. Oltreché nel cinema, Hopper espresse il suo talento anche nella pittura, recentemente, l`amico Julian Schnabel ha curato una mostra dedicata alle sue opere al Museo di Arte Contemporanea di Los Angeles.

 

Lascia un commento