Brotherhood |Fratellanza



Il cuore nero della Danimarca | Amori gay tra neonazisti 










Pellicola vincitrice, oltre ogni aspettativa, del Marc`Aurelio d`oro al Festival di Roma 2009. Abbiamo dovuto attendere quasi un anno perché arrivasse nelle sale italiane. Un film controverso, opera prima del giovane Nicolo Donato, danese ma di origine italiana, che mostra l`anima più oscura della Danimarca.

Un gruppo di neonazisti, vive adorando il Terzo Reich e odiando tutto ciò che è diverso: per colore di pelle, religione, orientamento sessuale…

Lars è un giovane militare che, deluso dall`esercito, decide di congedarsi. Solo, senza una precisa identità, entra in contatto con loro. Bevono insieme, leggono libri che offrono uno sguardo distorto sulla storia e sulla realtà, la notte organizzano raid punitivi nei quali colpiscono brutalmente “i diversi”.

Lars all`interno della setta stringe un legame particolare con Jimmy, membro anziano, che ne segue il percorso iniziatico. Il sentimento tra i due nasce a poco a poco ed esplode violento, come le vite che vivono, ma non privo di dolcezza.

Un amore proibito, segreto, che mette in discussione tutto ciò in cui credono, che si compie contro tutto e tutti, al quale fa da sfondo Il desolato mare del Nord.

Una film crudo e sanguinante, che non risparmia niente allo spettatore. Un ritratto in bianco e nero, dai toni gelidi, privo di speranza ma con una sua cupa bellezza.

Francesca Bani

 

 

Lascia un commento