Cinema & Moda | American Gigolò

 

Uomini che seducono le donne

Sono gli anni Ottanta quando un giovane stilista italiano di nome Giorgio diviene celebre in tutto il mondo grazie alla collezione di giacche che disegnò per Richard Gere nel film “American Gigolò” (1980) diretto da Paul Schrader. Le giacche, tutte rigorosamente firmate Armani, che indossa Gere rappresentano una rottura con i modelli precedenti: hanno una forma destrutturata e un taglio più morbido che lascia intuire la seducente linea del corpo. Il modo di vestire del gigolò più sexy d’America ha lasciato un segno nella moda maschile e nello stile di vita di quegli anni.
 
 
La scena più celebre del film è quella in cui Julian Kay, interpretato da Richard Gere, si prepara per la serata sulle note della strepitosa “Call Me” di Blondie scegliendo il completo perfetto tra una serie di giacche, cravatte, camicie e pantaloni ton sur ton. Quanta cura sprecata nell’accostare colori e tessuti visto che l’amante di turno non avrebbe esitato un momento a togliergli i vestiti di dosso! Nei favolosi Eighties l’Italian Style che s’identificava con le “tre G” della moda – Giorgio Armani, Gianni Versace e Gianfranco Ferrè – grazie al successo della pellicola ebbe un impulso straordinario sul mercato internazionale. Da allora milioni di uomini in tutto il mondo, vestendo Armani o Versace, si sentirono potenziali amateurs, pronti a sedurre con il loro fascino ogni tipo di donna. Del resto non è la prima volta che le vendite vengono influenzate dal potere dello schermo di dettare mode e tendenze.
 
 

 

Lascia un commento