L’estate dei poveri…Ma sempre belli

Chi l’ha visti? | Rassegna estiva sul cinema in Tv

Sarebbe stata un’estate come le altre senza l’immancabile programmazione televisiva di Poveri ma Belli? Sicuramente no…Nella rivoluzione economica, culturale e antropologica di quest’estate 2010, caratterizzata da viaggi che non superano i dodici giorni, dalle guide short breaker, da un italiano su due che non va in ferie, dal 46,3 per cento della popolazione che rimane in città, dalle ragazze pasoliniane del calippo e della birra, non poteva non mancare questo appuntamento tradizionale con uno dei film simbolo della commedia all’italiana.
 
Ecco quindi in onda sabato 14 agosto su Rai3 alle ore 21.05 il lungometraggio di Dino Risi con Maurizio Arena e Renato Salvatori che interpretano i ruoli di due trasteverini: belli, ma un po’ bulli, poveri, ma semplici e sinceri d’animo, in competizione per conquistare la stessa donna – Marisa Allasio, la femme fatale del cinema italiano degli anni Sessanta, che solo il papa Pio XII potè censurare -. Girato nel 1956 nelle strade di Roma decretò il successo della commedia all’italiana grazie alla sua freschezza e spontaneità creando un ottimo successo di pubblico e favorendo la nascita di una mini-saga cinematografica – Povere ma belle ( Italia 1957 ) e Poveri milionari ( Italia 1959 ) – con gli stessi attori alle prese con nuove situazioni e soprattutto nuove donne da conquistare e da sedurre. Il regista Dino Risi si impose anche con questo film, attraverso gli stereotipi di ragazzi romani, come sono appunto Romoletto e Salvatore, come artista in grado di saper analizzare i cambiamenti della società italiana e il suo costume, come emergerà poi brillantemente seguendo il viaggio estivo di Bruno Cortona e i travestimenti del Mattatore.
 
La puntata di Fuori Orario  ( cose mai viste ) ha invece come leit motiv la rappresentazione filmica dei mostri con Il mostro di Londra di Terence Fisher ( Gb 1960 ), un adattamento  cinematografico di Lo strano caso del dr. Jekyll e Mr. Hyde, e Il Club dei mostri di Roy Ward Baker.
 
L’altro volto dell’estate, quello musicale, scandito dalla tappa di 360° tour degli U2 allo Stadio Olimpico di Torino il 6 agosto contro il nucleare e dall’immancabile poesia di Patti Smith, si ascolta anche al cinema: al Festival di Locarno Maresco ha presentato Io sono Tony Scott, documentario sulla storia del clarinettista siculo che ebbe grande successo negli Usa suonando con Charlie Parker e Duke Ellington. In televisione questa settimana ci sono due film a sfondo musicale: il drammatico Volevamo essere gli U2 di Andrea Barzini ( Italia 1992 ), sabato su Rai Movie alle ore 17.35, mentre il jazz – e la sua improvvisazione – è il protagonista indiscusso del film Ma quando arrivano le ragazze di Pupi Avati ( Italia 2005 ).
 
Infine, gli altri film da segnalare sono Il giardino di limoni di Eran Riklis – in onda su Rai3 domenica alle ore 23.25 per la rassegna Le prime di CinemaTre, dove l’abbattimento di alberi di limoni è la metafora cinematografica per affrontare il conflitto istraelo-palestinese e il consueto appuntamento con La valigia dei sogni di La7 con Un amore a Roma, sempre diretto da Dino Risi.
 
 
Non ci resta che… Augurarvi un Buon Ferragosto!
 
 
 
 
Primo Articolo
 
Secondo Articolo
 
Terzo Articolo
 
Quarto Articolo
 
Quinto Articolo
 
Sesto Articolo
 
Settimo Articolo
 
 
Alessandra Alfonsi
 

 

Lascia un commento