Fratelli in erba | Leaves of Grass

Sulle orme dei Coen | Tim Blake Nelson

Non fatevi ingannare dal titolo: Fratelli in erba. Non si tratta della solita commedia demenziale, con battute grevi e doppi sensi. Qui siamo più sul terreno dei fratelli Coen. Della black comedy, che utilizza la doppia prospettiva di due gemelli monozigoti, Bill e Brady Kincaid, per annodare in sé elementi narrativi molto diversi come la politica “Ivy League”, lo spaccio di stupefacenti, la filosofia classica e la comunità ebraica di Tulsa, nell’Oklahoma.
D`altronde il titolo originale Leaves of Grass rimanda direttamente a Walt Whitman e alla sua più nota raccolta di versi (pensate solo alla celebre: O capitano! Mio capitano!).

Tim Blake Nelson scrive e dirige ma il suo è un volto noto al grande schermo. In Fratello, dove sei? proprio dei Coen, affiancava brillantemente George Clooney e John Turturro. Già regista della versione adolescenziale dell`Otello, quella con Mekhi Phifer, Josh Hartnett e Julia Stiles. Ha diretto anche, in omaggio alle sue origini ebraiche, La zona grigia, ambientato ad Auschwitz (la madre si era rifugiata negli Stati Uniti proprio a causa delle persecuzioni naziste).

Colto e divertente, il film si avvale dell`interpretazione di quel genio di Edward Norton (qui in doppia parte), della lieve Keri Russell, e dei premi Oscar Susan Sarandon (nei panni dell`alternativa madre dei protagonisti) e Richard Dreyfuss (boss della malavita, di una malvagia comicità che ricorda lo Shylock di Shakespeare).
Ricco di richiami classici e letterari, non solo a Whitman ma anche alle opere di Shakespeare appunto, di Catullo e Plauto, di Sofocle e Saffo e molti altri ancora.

Di  Epicuro, Aristotele e Socrate. `Mi piacerebbe – sostiene il regista – che il pubblico riuscisse a pensare a questi filosofi come attuali, con idee che sono applicabili alla nostra vita quotidiana. Come Bill dice nella prima scena del film, “Queste persone erano vive, hanno pensato queste cose e le hanno trasformate in fatti della vita”. Con un po’ di fortuna, abbiamo fatto proprio questo`.  

Ed ecco la storia: Quando Bill Kincaid riceve la notizia dell’assassinio del suo gemello Brady, morto in un affare di droga andato male, lascia il suo posto di professore di Filosofia Classica alla Brown University e torna al suo paese nativo, nel rurale Oklahoma. Al suo arrivo però si rende che la realtà è ben diversa e presto si trova coinvolto in uno dei complotti di Brady…

Bella l`atmosfera di quell`America coeniana in bilico tra commedia e dramma, poesia e realtà, sofisticata e naif, scanzonata e tragica al tempo stesso.

Francesca Bani

Lascia un commento