Fair Game | Caccia alla spia

Un gioco sporco | Naomi Watts & Sean Penn

Valerie (algida e controllata Naomi Watts), una donna bionda affascinante, si divide tra famiglia e carriera, mentre il marito Joe (straordinario e appassionato Sean Penn), ambasciatore in pensione, ha un`attività di consulenza e le dà una mano con i due bambini piccoli durante le sue lunghe assenze a causa del lavoro.

Hanno molti amici e conducono una vita all`apparenza normale. Quello che nessuno sa, eccetto il marito e i genitori di Valerie è che lei da 18 anni è un agente della Cia sotto copertura. In più Valerie, dall`11 settembre 2001, opera nella delicata divisione contro-proliferazione. Si reca spesso in Medio Oriente e indaga per capire se l`Iraq porti avanti un programma nucleare. I contatti con gli scienziati al servizio del regime di Saddam la convincono che non ve ne sia alcuno.

Contemporaneamente Joe, grazie alla sua lunga esperienza di diplomatico in Africa e alla sua conoscenza del territorio viene inviato dai servizi americani in Niger per verificare se il paese abbia realmente venduto una grossa partita di uranio arricchito all`Iraq. Joe, non trovando prove della vendita, compila un rapporto che verrà ignorato dalla Casa Bianca. Anzi il presidente e il suo staff utilizzeranno proprio l`informazione opposta per dimostrare la pericolosità dell`Iraq e la necessità di dichiarare guerra ad un regime che possiede armi di distruzione di massa.

Joe decide così di scrivere un articolo sul New York Times affermando la “sua” verità e scatenando una tempesta di reazioni.

Immediatamente l`identità segreta di Valerie viene rivelata ai più importanti giornalisti di Washington: è solo un incidente oppure una campagna architettata per rappresaglia contro suo marito? Il mondo di Valerie e Joe va in pezzi.

Ciò che molti spettatori non immaginano è che quella di Valerie Plame e di Joe Wilson è una storia vera.

Fair Game è uno sguardo nei corridori oscuri del potere politico. È tratto dall’autobiografia di un agente segreto della CIA, Valerie Plame: la cui carriera viene distrutta e il cui matrimonio portato all`esasperazione.

Diretto da Doug Liman già regista del ciclo di Jason Bourne e di Mr. & Mrs. Smith la pellicola è una bandiera di quella Hollywood impegnata politicamente. Una sorta di manifesto contro la guerra in Iraq, in cui bugia, finzione e verità si intrecciano, tra pubblico e privato.

Una donna, Valerie, che vive nella menzogna per dovere, per servire il suo Paese, un uomo, Joe, che per dovere di verità, solleva quel velo di ipocrisia che tutto ricopre, rendendo vulnerabile la sua stessa famiglia. Ci sono momenti retorici più deboli ma altri ben riusciti e molto forti. Attori davvero in parte specialmente Penn.

Francesca Bani

 

Lascia un commento