Bookciak, la piattaforma web che mette in contatto editoria e audiovisivo

Cinema & Libri | Nasce la piattaforma che favorisce la sinergia

In oltre cento anni di vita, il cinema ha  tratto materia da innumerevoli opere letterarie, anche se non si tratta di un rapporto esclusivo tra queste due arti, perché, come afferma il regista Akira Kurosawa, "il cinema ne racchiude in sé molte altre". Il primo caso di trasposizione nella storia del cinema risale al 1896, quando Edison filmò The Kiss ispirato al racconto The Widow Jones. Negli anni ‘60 si stimava che circa il 40% dei film prodotti a Hollywood fosse ispirato ad un testo letterario, mentre alla fine degli anni ‘70 i dati confermavano che oltre il 75% degli Oscar per la categoria ‘Miglior film’ fossero stati assegnati a trasposizioni di romanzi o racconti. Attualmente resta comunque imponente la percentuale di film derivati da precedenti di carta stampata: romanzi, racconti, pièce teatrali e pubblicazioni d`ogni genere. Lasciando perdere i luoghi comuni sull`argomento, e` innegabile che il cinema tragga grandi vantaggi dalla traduzione in immagini di testi letterari, non solo attraverso il ‘prestito’ di personaggi e temi, ma anche con l’adozione di nuove tecniche narrative ed espressive. Per contro anche la letteratura deve molto al cinema. Girare dei film ispirati ad opere letterarie ha spesso stuzzicato la curiosità degli spettatori verso il testo di partenza, il libro.

In Italia, secondo un censimento ANICA, soltanto negli ultimi 5 anni, 200 titoli cinematografici sono in varia misura debitori di un racconto letterario: da Quando sei nato non puoi più nasconderti di Marco Tullio Giordana a La solitudine dei numeri primi di Saverio Costanzo, da Romanzo criminale di Michele Placido a Gomorra di Matteo Garrone alla “factory Moccia”.

In questo contesto si inserisce Calipso, un progetto speciale promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali (MiBac) – Direzione Generale per il Cinema, d`intesa con ANICA (Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive e Multimediali), APT (Associazione Produttori Televisi) e ANAC (Associazione Nazionale Autori Cinematografici). Ideato dalle giornaliste Gabriella Gallozzi e Maria Serena Palieri, Calipso intende creare un ponte tra due mondi apparentemente distanti per i differenti linguaggi utilizzati ma afflitti dagli stessi  problemi strutturali e di  commercializzazione.

A tale scopo è nato BookCiak (www.bookciak.it), piattaforma web italiana destinata a favorire l`incontro tra editori e produttori, quindi tra chi detiene i diritti dei libri e chi desidera comprarli per trarne un film o una fiction. Il sito, presentato ufficialmente il 6 settembre 2011 nel corso della 68. Mostra Internazionale d`Arte Cinematografica di Venezia,  rappresenta un ricco patrimonio di storie scritte, a prescindere dalle dimensioni di chi le edita, dove produttori, registi e documentaristi potranno attingere ispirazione per le proprie idee cinematografiche. Un’iniziativa unica nel suo genere il cui obiettivo principale, come emerge dalle parole delle due ideatrici del progetto, è quello di “contribuire al rilancio dell’industria editoriale e di quella dell’audiovisivo, favorendo tra esse un circolo virtuoso di sinergie”.

Monica Straniero

Lascia un commento