Sulle tracce di Un amore splendido

L`amore ferma il tempo | Con una coppia di vere star

Nel 1939 Leo McCarey mise in scena in bianco e nero “Un grande amore”, film di enorme successo , che non vinse nessuno dei 6 Oscar cui era stato candidato nell`anno di  “Via col Vento”. Nel 1957 il regista propone il remake del medesimo film “One Affair To Remember” che esce in Italia con  il titolo “Un amore splendido”, interpretato da una coppia di attori indimenticabili:  Cary Grant e Deborah Kerr; la pellicola mantiene inalterato il suo fascino indubbiamente legato, non solo alla regia molto curata, alla sceneggiatura e alla colonna sonora, ma soprattutto al talento dei due protagonisti.

La storia ha inizio su una nave da crociera, sulla quale un uomo e una donna si concedono una pausa di riflessione prima di affrontare i rispettivi matrimoni. Nickie Ferrante (C.Grant), affascinante rubacuori dalle tempie brizzolate, nullafacente e dedito ad avventure galanti sta per sposare una ricca ereditiera, mentre Terry McKay (Deborah Kerr) quarantenne cantante a riposo è reticente ad unirsi per sempre con un facoltoso industriale con il quale convive in un lussuoso appartamento al centro di New York. Sin dal primo incontro i due protagonisti si trovano in perfetta sintonia: eleganti, raffinati, amabili conversatori con brillante senso dell`humour, amano tutto ciò che è bello e molto costoso.


Con il passare dei giorni Nickie e Terry simulano indifferenza non solo per sfuggire alla curiosità dei passeggeri, ma per tentare di nascondere a loro stessi una forte attrazione ed il nascere di un sentimento profondo mai conosciuto prima. Durante una sosta della nave a Villefranche, Nickie conduce Terry a conoscere sua nonna, una vecchina deliziosa che vive su una collina in un angolo di paradiso con un panorama mozzafiato sulla Costa Azzurra. Nickie dona a sua nonna un ritratto del nonno defunto, dipinto da lui e, così somigliante, da emozionare molto la vecchietta. Quelle ore, colme di sfumature e di tenerezza , trascorse in quel luogo incantevole sono la rivelazione per entrambi di un sentimento autentico e inarrestabile.
 
Di ritorno sulla nave Nickie e Terry sono più che mai decisi a non perdersi, a scegliere di vivere una vita vera, bella, pur se non priva di rinunce e difficoltà, abituati ormai a numerose agiatezze. Per rispetto di una scelta condivisa essi non cedono alla intensa attrazione, decidono, pertanto, di ritrovarsi sei mesi dopo l’attracco della nave vivendo del loro lavoro, sulla cima “più vicina al cielo” di New York: l’Empire State Building. Malauguratamente, nel giorno designato, mentre Nickie l’attende con ansia in cima al grattacielo, Terry, uscendo dal taxi, ha un incidente che la priva dell’uso delle gambe. Totalmente incapace di dare un dolore al suo unico amore lei decide di sparire e attendere un miracolo. Nickie, deluso e tradito dall’assenza della sola donna che ama, non torna alla vita vuota di prima, continua a dipingere e diventa un celebre pittore. Terry a sua volta, insegna canto ai bambini in parrocchia e ritrova l’amicizia dell’industriale, senza mai smettere di amare Nickie. Per caso una sera durante un concerto a teatro i due si rincontrano, ma si salutano freddamente. Il giorno seguente Nickie va a trovare l’amata per comunicarle la sua decisione di lasciare per sempre New York. Nella sofferta conversazione lui si accorge finalmente della invalidità di lei e l’amore annienta ogni equivoco ed avversità.


Il film è ancora oggi godibilissimo ed insegna alle nuove generazioni che l’amore vero e autentico non è una prerogativa riservata alla gioventù, ma un sentimento senza tempo, qualcosa che vale davvero.


Magda Errico 

Leggi anche: 

Sulle tracce di I peccatori di Peyton

Sulle tracce di Notorius . L`amante perduta

Sulle tracce di Via col vento 

Sulle tracce di Indovina chi viene a cena? 

Sulle tracce di Sabrina

Sulle tracce di Il buio oltre la siepe

Sulle tracce di Un pugno di polvere

Sulle tracce di Improvvismanete l`estate scorsa

Sulle tracce di La contessa scalza

 

Lascia un commento