Sherlock Holmes | Gioco di ombre

Sherlock is Back | Torna la premiata coppia Downey Jr. & Law 

Ed ecco aprirsi, come ampiamente previsto, il sipario su una nuova avventura dello Sherlock Holmes versione Guy Ritchie. Modernissimo e caleidoscopico, il duo perfetto formato da un Robert Downey Jr. camaleontico e da un brillante Jude Law ci trascina in un tourbillon di avventure. Da Londra a Parigi, dalla Germania alla Svizzera sulle tracce dell’oscuro e geniale nemico di sempre il Professor Moriarty.

Downey Jr. è ironico, pungente e domina la scena perfino en travesti, quando la regia lascia intuire come il legame con Watson vada oltre l’amicizia.

Tra duelli, corpo a corpo, esplosioni ed effetti speciali di ogni genere, le primarie caratteristiche dell’Holmes tradizionale, l’acume e il cervello, passano in secondo piano, a favore di pugni e colpi d’arti marziali nello stile del più genuino action movie.  

Le oscure trame di fine ‘800 che condurranno alla prima terribile guerra mondiale sono il campo in cui si muove l’azione sapientemente sceneggiata dalla coppia Michele e Kieran Mulroney.  

Squadra che vince non si cambia e allora spazio alla fotografia del francese Philippe Rousselot, che dà vita ad una Londra inquietante e ad una Svizzera innevata di surreale fascino.  

I costumi, affidati nuovamente al premio Oscar Jenny Beavan, sono macchie di colore intenso riccamente drappeggiate, e la colonna sonora di Hans Zimmer è un crescendo che va da Schubert al Don Giovanni alle sonorità gitane.  

Belle prove d’attore per Stephen Fry nei panni di Mycroft Holmes, fratello maggiore di Sherlock e del sottile e crudele Professor Moriarty sapientemente interpretato da Jared Harris. Noomi Rapace, “La ragazza che giocava con il fuoco” ha il ruolo di una zingara misteriosa.

Affascinante gioco natalizio ben impacchettato per un pubblico giovane. 

Francesca Bani
 

Lascia un commento