American International Pictures. Viaggio nella compagnia di Nicholson e Arkoff

AIP – I giorni dei mostri e delle astronavi | Un`icona dell`horror e dalla Sci-fi

Nel mare magnum delle compagnie di produzione e distribuzione indipendenti statunitensi, l`American International Pictures è una tra le più blasonate grazie ad un trentennio di attività – dai primi anni dei Cinquanta fino al 1980 – in cui ha portato gli spettatori dei suoi film nello spazio più sconosciuto come nell`orrore più profondo. American International Pictures – I giorni dei mostri e delle astronavi (Profondo rosso editore, Roma, 2007) è il poderoso volume, a cura di Luigi Cozzi, che ne racconta la nascita, l`evoluzione e le innovative strategie. 

Dopo un`interessante introduzione in cui Cozzi racconta la sua personale esperienza di regista con la AIP, distributrice del suo Starcrash, si entra nel vivo dell`avventurosa storia di quella che pur essendo inizialmente una minuscola società riuscì a diventare una grande potenza sul mercato americano. Fondata da James H. Nicholson e Samuel Arkoff, nasce producendo film destinati ai circuiti di provincia la cui regia non di rado era affidata al grande Roger Corman. Sebbene i titoli degli anni Cinquanta erano generalmente indirizzati a chi era poco più che adolescente – si trattava di pellicole fantascientifiche, western o sulle corse in macchina –, la società lanciò delle vere e proprie mode poi rincorse anche dalle grandi compagnie. Fu allora che Nicholson e Arkoff, per sopravvivere ad una concorrenza spietata, iniziarono ad offrire in uno stesso spettacolo due pellicole dello stesso genere… 

Il ciclo delle splendide pellicole dirette da Roger Corman nel segno di Edgar Allan Poe sono forse le pietre più preziose di uno scrigno di piccoli tesori cinematografici in grado di dettare il gusto e di rivaleggiare, spesso anche superandole, con analoghe e più ricche produzioni. Con le interviste originali di un esperto come Tom Weaver, la seconda parte del volume include il punto di vista di chi ha vissuto quegli anni, a partire da Samuel Arkoff. Lori Nelson, John Ashley, Richard Matheson, Vincent Price, Hazel Court, Les Baxter e Susan Hart sono solo alcuni dei personaggi le cui voci ci guidano in quei bellissimi anni di mostri e astronavi. 

Lascia un commento