Venezia 69. Leone d’oro per Pietà di Kim Ki-duk. Tutti gli altri premi

Era nell’aria da qualche giorno e, infine, il Leone d’oro della 69ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia è andato proprio al controverso Pietà (dal 14 settembre in sala) del coreano Kim Ki-duk, storia di uno strozzino che si redime alla presenza di una presunta madre.

Bel bottino anche per il potente The Master di Paul Thomas Anderson, che si aggiudica il Leone d’argento, cioè il premio per la regia, e la Coppa Volpi per l’interpretazione maschile, un ex-aequo tra Joaquin Phoenix e Philip Seymour Hoffman. Davvero bravissimi. Per l’interpretazione femminile, invece, l’analogo riconoscimento è andato a Hadas Yaron, interprete della sottovalutata pellicola israeliana Fill the Void. Gran premio della giuria a Ulrich Seidl per Paradies: Glaube, uno dei film più ostici del concorso.

Non a bocca asciutta l’Italia, che si aggiudica il Miglior contributo tecnico, la fotografia di Daniele Ciprì per E’ stato il figlio, e il Premio Mastroianni, andato a Fabrizio Falco per E’ stato il figlio e Bella addormentata. A dispetto delle previsioni, il favoritissimo Olivier Assayas, con il sentito Après Mai, si è dovuto accontentare solo del premio alla sceneggiatura.

Tutti i premi ufficiali:

LEONE D’ORO per il miglior film a PIETA di Kim Ki-duk (Corea del Sud)

LEONE D’ARGENTO per la migliore regia a THE MASTER di Paul Thomas Anderson (Stati Uniti)

PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA a Paradies: Glaube di Ulrich Seidl (Austria, Germania, Francia)

COPPA VOLPI per la migliore interpretazione maschile a Philip Seymour Hoffman e Joaquin Phoenix
nel film THE MASTER di Paul Thomas Anderson (Stati Uniti)

COPPA VOLPI per la migliore interpretazione femminile a Hadas Yaron
nel film LEMALE ET HA’CHALAL di Rama Bursthein (Israele)

PREMIO MARCELLO MASTROIANNI a un giovane attore o attrice emergente a Fabrizio Falco
nel film BELLA ADDORMENTATA di Marco Bellocchio (Italia) e nel film È STATO IL FIGLIO di Daniele Ciprì (Italia)

PREMIO PER LA MIGLIORE SCENEGGIATURA a Olivier Assayas
per il film APRES MAI di Olivier Assayas (Francia)

PREMIO PER IL MIGLIORE CONTRIBUTO TECNICO, PER LA FOTOGRAFIA, a Daniele Ciprì
per il film È STATO IL FIGLIO di Daniele Ciprì (Italia)

• LEONE DEL FUTURO – PREMIO VENEZIA OPERA PRIMA (LUIGI DE LAURENTIIS) a:
KÜF (MOLD) di Ali Aydin (Turchia, Germania) SETTIMANA INTERNAZIONALE DELLA CRITICA
nonché un premio di 100.000 USD, messi a disposizione da Filmauro di Aurelio e Luigi De Laurentiis, che saranno suddivisi in parti uguali tra il regista e il produttore

• ORIZZONTI

PREMIO ORIZZONTI PER IL MIGLIOR FILM (riservato ai lungometraggi) a SAN ZIMEI di Wang Bing (Francia, Hong Kong)

PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA ORIZZONTI (riservato ai lungometraggi) a TANGO LIBRE di Frédéric Fonteyne (Francia, Belgio, Lussemburgo)

PREMIO ORIZZONTI YOUTUBE PER IL MIGLIOR CORTOMETRAGGIO a CHO-DE di Yoo Min-young (Corea del Sud)

EUROPEAN FILM AWARDS 2012-EFA a TITLOI TELOUS di Yorgos Zois (Grecia)

LEONE D’ORO ALLA CARRIERA 2012
a Francesco Rosi

JAEGER-LECOULTRE GLORY TO THE FILMMAKER AWARD
a Spike Lee

PREMIO PERSOL
a Michael Cimino

PREMIO L’ORÉAL PARIS PER IL CINEMA
a Giulia Bevilacqua

Lascia un commento