Duellanti 78, numero monografico dedicato a Marco Bellocchio

Interamente focalizzato su Bella addormentata e sul suo autore, Marco Bellocchio, il nuovo numero di Duellanti è una vera e propria scommessa. Con una decisione, impopolare quanto affascinante, la rivista fondata da Gianni Canova e diretta da Marco Toscano distribuisce, in questi giorni, nelle edicole – con lo stesso formato e allo stesso prezzo – il suo primo speciale monografico.

Ad una prima parte composta da un analisi dettagliata del titolo in questione segue una seconda in cui vengono raccolti tutti gli articoli apparsi sulla testata, fin da quando si chiamava Duel (il primo pezzo bellocchiano è Il sogno della farfalla del 1994); in più, i commenti dei lettori, un portfolio, una filmografia integrale e una bibliografia ragionata. Chiude il numero – nella consueta rubrica Stand by me – un interessante intervento in cui Pier Giorgio Bellocchio racconta il lavoro sul personaggio del dottor Pallido e il rapporto col padre Marco: “Di sicuro, Bella addormentata rappresenta l’inizio dell’età adulta, come attore e come uomo di cinema. Quando mio padre mi ha parlato del progetto, ho capito immediatamente di trovarmi di fronte a qualcosa di diverso”.

Un’uscita speciale, ancora più preziosa perché immune dalla tentazione di sbandierare in copertina la sua unicità e il suo essere “da collezione”.

Lascia un commento