Cloud Atlas. Alla ricerca del senso della vita

Scritto e diretto dai Wachowski, fratello e sorella, celebri autori della trilogia di Matrix, insieme al regista tedesco e loro amico di lunga data Tom Tykwer, Cloud Atlas fonde dramma, mistero e amore eterno in un’unica storia che procede attraverso molte epoche. Un tessuto nel quale ogni minima azione e scelta si riverbera da una vita all’altra intrecciando inesorabilmente passato e futuro. I premi Oscar Tom Hanks e Halle Berry alla guida di un cast stellare e internazionale che spazia da Hugh Grant, Ben Whishaw e Jim Broadbent a Hugo Weaving e Susan Sarandon fino alla cinese Zhou Xun e alla coreana Bae Doona.

Cloud Atlas
è una produzione epica e ambiziosa, tratta dal best-seller di David Mitchell, che copre l’arco di cinque secoli e affronta le domande sulla vita (e sul suo senso) che l’umanità si è posta fin dall’inizio del pensiero. Una serie di sequenze d’azione, emozioni e relazioni umane che illuminano singoli punti lungo una linea temporale infinita, il film suggerisce che ogni vita continua la sua traiettoria individuale attraverso i secoli. Di volta in volta le anime rinascono e rinnovano i loro legami con le altre anime. Gli errori possono essere corretti o ripetuti. La libertà può essere guadagnata o persa, ma è sempre e comunque oggetto di ricerca. Ed è l’amore a sopravvivere. L’intenso lavoro della durata di quasi tre ore affascina ma non persuade completamente. Un caleidoscopio di materiali e scenografie, prove di recitazione convincenti per ruoli che coprono razze e generi diversi, sebbene sia facile perdere il filo e ritrovarsi travolti dagli eventi.

Francesca Bani

Lascia un commento