Oggi alla Casa del Cinema, Convegno “Marco Polo” TV: Trent’anni dopo

Oggi alle 17, alla Casa del Cinema, si terrà il convegno – promosso da Rai Teche e Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani (Sncci) – per ricordare i trent’anni dalla messa in onda del Marco Polo televisivo di Giuliano Montaldo, il kolossal-TV che ha rappresentato uno dei più clamorosi successi di pubblico della televisione italiana (una media di più di 26 milioni di spettatori a puntata) e aprì la strada delle grandi serie televisive.

Operazione obiettivamente titanica per le dimensioni produttive (una coproduzione Usa, Italia, Giappone e Cina) e per le risorse finanziarie e artistiche messe in campo: un budget di più di dieci milioni dollari, due anni di preparazione e più di un anno di riprese effettuate in Italia, Cina (la Città proibita e la Muraglia cinese) e Africa (per ricreare il deserto di Gobi), migliaia di comparse impiegate e un cast stellare di attori internazionali come il giovane Kenneth Marshall (Marco Polo), Anne Bancroft, John Gielgud, Burt Lancaster, e italiani come Mario Adorf, Riccardo Cucciolla, Marilù Tolo, Bruno Zanin, Renato Scarpa e altri.

Trasmesso con grande successo in 46 paesi, film TV in otto puntate (la prima puntata è andata in onda in Italia il 5 dicembre 1982 e l’ultima il 23 gennaio 1983), il Marco Polo rappresentò anche un punto di svolta per la produzione televisiva di fiction sia per il respiro internazionale dell’operazione e sia per il tentativo di coniugare il format del tradizionale sceneggiato con il cinema d’autore, legittimato dalla scelta di un regista come Giuliano Montaldo e di una formidabile schiera di collaboratori artistici come Pasqualino De Santis (fotografia), Luciano Ricceri e Paolo Biagetti (scene), Enrico Sabbatini (costumi) ed Ennio Morricone (musica).

L’incontro, oltre ad essere l’occasione per dedicare un giusto omaggio e approfondimento ad una produzione considerata un evento per la storia della nostra televisione, consentirà anche di fare il punto sullo stato attuale delle serie televisive, dal punto di vista artistico e produttivo, evidenziando luci e ombre, criticità e possibilità di sviluppo del settore.

All’incontro parteciperanno, oltre alla direttrice di Rai Teche, Barbara Scaramucci, e al regista Giuliano Montaldo, il Direttore di Rai Uno all’epoca del Marco Polo, Emmanuele Milano, i giornalisti e critici, Alberto Crespi, Oreste De Fornari e Patrizia Pistagnesi, lo sceneggiatore Daniele Cesarano. Porterà una testimonianza anche l’attore Renato Scarpa, uno degli interpreti dello sceneggiato.

Ad apertura dell’incontro sarà proiettato il backstage del Marco Polo, con riprese effettuate nelle varie location di Venezia e Pechino.

Lascia un commento