Cinema dal basso. Entro il 30 aprile

Il 30 aprile scade il bando di partecipazione alla quinta edizione di Cinema dal basso, che si terrà a Caserta il 10 e l’11 maggio. La manifestazione non ha limitazioni di tema, genere, formula narrativa e lunghezza.

Il numero delle opere ammesse al Festival dipenderà dalla qualità e dalla lunghezza delle opere pervenute. La commissione selezionatrice si riserva il diritto di non ammettere al Festival (e dunque alla selezione), quelle opere che, pur non contravvenendo esplicitamente ad alcuna delle condizioni di partecipazione, non siano ritenute compatibili con l’idea alla base del Festival. La partecipazione è gratuita.

“Giunto quest’ anno alla sua quinta edizione consecutiva sotto la direzione artistica di Giusi Ricciato, il Festival del Cinema dal Basso (10-11 Maggio 2014, Caserta) si conferma evento chiave per la scena culturale della nostra città, appuntamento imperdibile per appassionati e artisti indipendenti impegnati a vario titolo nella settima arte e fulcro di un movimento sotterraneo che, proprio dal basso, mira a creare improbabili e proficui incontri e connessioni sulle basi del comune amore per un cinema diverso, indipendente, appassionato. Il festival, che quest’ anno si arricchisce della partnership con la Città del Libro di Campi Salentina (Lecce), apre ogni anno uno squarcio originale nel panorama cinematografico locale, in cui trovano posto le avanguardie del nuovo cinema orientale e i talenti sconosciuti di casa nostra, le nuove produzioni del cinema indipendente di tutta Europa  e le più interessanti scoperte della Mostra del Cinema di Venezia, i piccoli gioiellini selezionati da Cinema dal Basso in giro per i festival di tutta Italia ed il meglio delle produzioni indipendenti di casa nostra; alle proiezioni di affiancano inoltre mostre, concerti e incontri con registi, sceneggiatori e produttori del panorama cinematografico indipendente italiano. Il tutto partorito con passione, costanza e sacrifici, da professioniste del cinema, della comunicazione e della grafica, ed accolto in uno spazio, il Teatro Civico 14 di Caserta, che da sempre ha spalancato le sue braccia a questo progetto, confermandosi calderone  ideale di scambi sinergici tra maestranze cinematografiche in cui trovano terreno fertile forme di espressione indipendenti, idee innovative, collaborazioni interessanti ed esperimento sulle modalità di aggirare gli alti budget notoriamente imposti da quest’arte, ma anche opportunità lavorative per dar vita a nuovi progetti, fondati su criteri di creatività, indipendenza e libero scambio tra culture”

Lascia un commento