#Scrivimi ancora. Corrispondenza di amorosi sensi

Tratto dall’omonimo romanzo di Cecelia Ahern, la stessa autrice di P.S. I love you, e diretto da Christian Ditter, Scrivimi ancora è una commedia delicata e romantica sugli attimi che scandiscono le scelte delle nostre vite. I protagonisti sono Alex (Sam Caflin) e Rosie (Lily Collins), due amici irlandesi cresciuti insieme, che negli anni hanno costruito un rapporto sempre in bilico tra amicizia e amore. La storia prende le mosse dal diciottesimo compleanno di Rosie e da un bacio mancato tra i due: è l’inizio di una serie di eventi che portano i due ragazzi ad allontanarsi sempre di più l’uno dall’altra. Al termine delle scuole superiori, infatti, Alex corona il suo sogno di volare a Boston per studiare medicina, mentre Rosie decide di rimandare la partenza a causa di un imprevisto che si rivelerà un dono. Con il passare degli anni i due conducono vite separate, ma il loro legame rimane sempre vivo attraverso a continui scambi di messaggi, email e lettere, lasciando sperare allo spettatore che prima o poi i loro tempi coincidano.

La commedia mantiene un ritmo veloce e divertente, grazie a dialoghi scanzonati e situazioni buffe, pur alternando ai momenti leggeri delle scene sospese e intensamente liriche che mettono in risalto i sentimenti dei protagonisti, interpretati magistralmente da Lily Collins e Sam Caflin. La narrazione procede attraverso sovrapposizioni di scene, spesso introdotte della musica che si fa portavoce delle emozioni, quasi a suggerire la successione dei momenti che imprimono una direzione alle esistenze dei personaggi. Sebbene la storia sia semplice e non presenti grandi colpi di scena, Scrivimi ancora risulta gradevole e coinvolgente grazie alla conduzione pacata ed equilibrata del racconto, in grado di far riflettere lo spettatore sull’apparente contrasto tra la contingenza degli avvenimenti e il desiderio di rimanere fedeli ai propri sogni. Presentato al Festival Internazionale del Film di Roma, sarà nelle sale dal prossimo 30 ottobre.

Alba Grazioli

Lascia un commento