Neve. Una storia d’amore sospesa nel bianco

È un noir sentimentale Neve di Stefano Incerti, prodotto dalla Eskimo di Dario Formisano e al cinema da domani, giovedì 11 dicembre, distribuito da Microcinema. Con un cast brillante, dove spiccano le interpretazioni di Roberto De Francesco e Esther Elisha, Incerti orchestra un giallo sentimentale ambientato sulla neve, che è poi la vera protagonista della storia. Al suo candore, silenzio, purezza il regista contrappone il rumore della malavita, della criminalità, di associazioni a delinquere che ruotano attorno alla vicenda. L’ibrido ė, infatti, l’elemento che caratterizza questo film, dove il denaro ė il deus ex machina dei destini di anime perdute, definiti dagli stessi interpreti come “due marginali ai margini, che anche per strada non si noterebbero”. Per il regista, più poeticamente, sono “quasi scoiattoli che prendono sembianze umane”.

Ettore Scola ha definito Stefano Incerti il regista dell’attesa, un cineasta sicuramente prezioso che in questa pellicola pare ispirarsi al cinema silenzioso e introspettivo di Marco Bellocchio: un film poco dialogato, ma semplice che avrebbe avuto un’altra sfumatura e colore se non ci fosse stata la neve perché come ha ammesso lo stesso regista “un noir sulla neve è già di per sé una storia affascinante”. Molto profondi sono anche i ritratti delle donne presenti nella pellicola: quello di Norah è, come la stessa attrice lo ha definito, “distruttrice, ma artefice del suo destino”.

Alessandra Alfonsi

Lascia un commento