Leoni. Una commedia su un Veneto (e un protagonista) che sa reinventarsi

Distribuito da Bolero Film, esce in sala domani – 5 febbraio – Leoni, una commedia girata da Pietro Parolin con Neri Marcorè e Piera Degli Esposti che affronta in modo satirico le difficoltà di un imprenditore al tempo della crisi del Nord-Est. Il regista, diplomatosi presso il Centro Sperimentale di Cinematografia di Milano, si è ispirato a Signore e signori di Pietro Germi soprattutto per la rappresentazione del Veneto, che qui si fa emblema di tutte le famiglie italiane che lottano e resistono alla crisi. In questa pellicola due, infatti, sono i centri, l’uno collegato all’altro: il Veneto, simbolo di un territorio forte e reattivo che, nonostante la crisi, cerca di resistere, di riciclarsi, e il protagonista Gualtiero Cecchin, che decide di creare una nuova impresa, quella di produzione di un crocifisso realizzato in plastica riciclata.

“Leoni – come precisano le note di regia – non è una commedia contro un sistema di vita o contro la società nordestina, e nemmeno una presa di posizione contro alcuni facili stereotipi, ma uno spaccato “universale” di un certo tipo di italianità, immersa nella tipicità e nel colore di una regione come il Veneto che aggiunge valore al turbine di situazioni, gag e battute”. Nella pellicola si apprezza soprattutto la maestria di Piera Degli Esposti, straordinaria interprete del nostro teatro italiano, che qui interpreta il ruolo di un “matrona malata”, capace tuttavia di intessere rapporti e legami dal suo letto e rappresentare, allo stesso modo, la versatilità tipicamente veneziana con cui riesce a risollevarsi dalla crisi.

Alessandra Alfonsi

Lascia un commento