East End: un South Park che sa insegnare

Varie storie si intrecciano nell’East End, quartiere fittizio della periferia romana in zona est. Un satellite militare segreto degli Stati Uniti viene dirottato da alcuni bambini per un unico scopo: vedere il derby Roma-Lazio. Il tutto si alterna ai problemi di vita dei piccoli protagonisti in un mondo fatto da genitori assenti, mala politica, speculazione edilizia e la Merkel che, vestita da Darth Fener, frusta Berlusconi durante un rapporto sadomaso.
Dopo una produzione durata tre anni, ecco East End, diretto e ideato da Luca Scanferla e Giuseppe Squillaci (in arte Skanf & Puccio), con la collaborazione di Federico Moccia alla sceneggiatura. Ideato inizialmente come serie tv (attualmente in pre-produzione per due stagioni) sullo stile di South Park e dei Griffin, East End trova proprio nel confronto con i modelli il suo punto debole, inoltre sono troppi i personaggi e troppe le situazioni per essere raccontate in 85 minuti.
Ciò che si percepisce è il divertimento che gli autori e il cast hanno provato nel realizzare la pellicola, peccato per alcuni punti dove la comicità risulta forse troppo “soggettiva”: non è detto che ciò che fa ridere gli ideatori automaticamente diverte anche il pubblico in sala. La comicità, infatti, appare a tratti forzata, salvo l’eccezione delle parti sportive, davvero riuscite.
Ottimo il doppiaggio, che per un film indipendente e a basso budget è decisamente molto professionale. La grafica è efficacemente semplice e i colori non infastidiscono mai, divertente non poco trovare molte “easter eggs”, si pensi alla scritta “Forza Roma” in arabo, i quadri sottosopra nella casa del vicino cieco, il poster di Kafka in camera di Leo. Anche la musica, originale, risulta in armonia con le scene.
Attualmente la pellicola è stata vietata ai minori di 14 anni, nonostante i momenti violenti siano veramente pochi. In conclusione, East End è un film che a tratti diverte, ma soprattutto può far riflettere, peccato la sceneggiatura non si spinga più in là, risultando più politicamente “corretto” che “scorretto”. East End sarà nelle sale a partire dal 3 maggio.

Sarah Shaqiri

Lascia un commento