Alice nella città. Giovani talenti, piacevoli scoperte e diverse certezze

Questa mattina, Alice nella città (la sezione collaterale della Festa del Cinema di Roma), giunta alla sua sedicesima edizione, ha calato dalla manica i suoi numerosi assi durante la conferenza stampa di presentazione della prossima edizione della rassegna, che si svolgerà all’Auditorium Parco della Musica dal 18 al 28 ottobre. La sezione autonoma e parallela dedicata alle giovani generazioni ha ospitato, nel corso degli anni, preziosi young adult che hanno arricchito la riflessione sull’universo adolescenziale. La delicata età di passaggio è stata scandagliata con attenzione grazie ai film di Fatih Akin e Michel Gondry (autori di Tsichick e Microbo e Gasolina, due dei migliori lungometraggi presentati durante le ultime edizioni di Alice), grazie ai numerosi incontri (si ricordano quelli con Kevin Costner, Orlando Bloom, Dakota Fanning e Jean-Pierre Jeunet) e ai restauri, che hanno consentito alle più giovani generazioni la visione, tra tutti, di Alice nelle città di Wim Wenders.

Ampliare la riflessione, teorica e pratica, sulle immagini e aprire nuove finestre di confronto partendo dal rapporto tra adulti e giovani è sempre stato l’obiettivo principale della rassegna romana che continua a tessere la propria tela con attenzione e dedizione.
Quest’anno, il film di preapertura di Alice nella città sarà Johnny English colpisce ancora, distribuito da Universal Pictures International Italy. L’attore che ha impersonato Mr. Bean sarà a Roma per accompagnare il terzo capitolo delle avventure di Johnny English e per incontrare gli studenti delle scuole di cinema. La Sezione Concorso presenta ben 11 film. Diamo un’occhiata ai più interessanti. Behold My Heart annovera il giovanissimo Charlie Plummer e l’esperta Marisa Tomei nel proprio cast. L’opera seconda di Joshua Leonard fa i conti con l’assenza e con la morte e le emozioni distruttive che ne conseguono. Ad arrivare dal Toronto International Film Festival è Ben is back con il fulgido talento di Lucas Hedges e la straordinaria performance di Julia Roberts a tenere a bada un figlio dipendente dalle droghe. The New Romantic porterà a Roma la giovane Jessica Barden (che i fan delle serie tv conoscono per The End Of The F**king World), in un film che potrebbe ricordare Lady Bird di Greta Gerwig. Un altro cast stellare caratterizza anche Measure of a Man. Blake Cooper, Donald Sutherland, Judy Greer e Luke Wilson sono i protagonisti di questa commedia dolce-amara ambientata durante l’estate del 1976, quando il timido Bobby si trova a dover sopportare l’ennesima vacanza in famiglia a Rumson Lake, tra divorzi, appuntamenti clandestini della sorella e squilibrati del luogo. Un altro titolo a cui i direttori artistici della rassegna (Gianluca Giannelli e Fabia Bettini) hanno detto di tenere particolarmente è Fiore gemello di Laura Luchetti, storia di due adolescenti provati dalla vita, che cercano di riconquistare l’innocenza perduta.
Tra gli Eventi Speciali, si segnalano i due film di animazione Tito and the Birds e Dilili in Paris. A presentare il secondo film arriverà il regista Michel Ocelot, protagonista di una masterclass sull’animazione al termine della proiezione ufficiale. A Kid Like Jake sarà presentato da Jim Parsons, divo di The Big Bang Theory. Capernaum di Nadine Labaki, film protagonista dell’ultima edizione del Festival di Cannes, chiuderà la sezione. La vera perla di quest’edizione, tuttavia, si trova nella sezione Eventi Speciali/Serie. Si tratta di Kidding, la nuova serie-tv Showtime diretta da Michel Gondry ed interpretata da Jim Carrey.

Passiamo adesso alla selezione di Panorama Internazionale. Tye Sheridan, Imogen Poots e Jeffrey Wright sono i protagonisti di Friday’s Child, dramma sulla condizione degli orfani abbandonati a sé stessi dalla società. Winter Flies è un divertente road-movie che celebra il valore dell’amicizia nell’adolescenza, la voglia di sperimentare e provare sensazioni inedite, la perdita dell’innocenza ed il desiderio di superare i limiti. Infine, Hot Summer Nights segue la storia di Daniel (interpretato da Timothée Chalamet, protagonista di Chiamami col tuo nome), un ragazzo timido che comincia a farsi valere spacciando erba con il ribelle del quartiere.
Infine, la sezione Panorama Italia è interamente dedicata a scoperte effettuate nel mondo del cinema italiano. Tra i film presentati, la nostra attenzione è stata conquistata da Nevermind, thriller psicologico su una serie di accadimenti paradossali e sconcertanti che stravolgono la vita di cinque persone; da Backliner, viaggio nella musica di Riccardo Sinigallia attraverso la guida narrativa di Valerio Mastandrea e le interviste con Frankie HI-nrg, G-max, Francesco Motta, Marina Rei e Piergiorgio Bellocchio; e da In una notte d’inverno, thriller prodotto dalla Mompracem dei Fratelli Manetti. Il restauro di Mignon è partita, in occasione del trentennale dell’uscita nei cinema, arricchirà il programma della sezione.
La novità di quest’anno consiste nell’introduzione del Concorso Cortometraggi che presenta 10 corti inediti (8 italiani e 2 stranieri). A chiudere il nostro volo sulla prossima edizione di Alice nella città è la masterclass con il regista Andrei Koncalovskij, protagonista di un incontro con il pubblico dedicato al suo lavoro e alle sue passioni.
Giovani talenti, piacevoli scoperte e diverse certezze animeranno il periodo compreso tra il 18 ed il 28 Ottobre. Pronti a farvi trasportare in questo vortice di cinema adolescenziale?

Matteo Marescalco

Lascia un commento