“CUORI PURI”. ANCORA UNA ROMA DI PERIFERIA, MA DE PAOLIS AGGIRA MOLTI CLICHÉ NEL RACCONTARE UN AMORE PROIBITO

L’angolo di Michele Anselmi | Scritto per Cinemonitor “Cuori puri” è un bel titolo, da leggere come si vuole. In senso letterale, metaforico, per antifrasi. Anche se nel film d’esordio di Roberto De Paolis, oggi a Cannes nella sezione “Quinzaine des réalisateurs” e dal 24 nelle sale italiane distribuito da Valerio De Paolis (padre del […]

“L’INTRUSA” A CANNES (PER CORTESIA FINIAMOLA CON ANTIGONE): UNA MAMMA CAMORRISTA VA AIUTATA O RESPINTA DAL GRUPPO?

L’angolo di Michele Anselmi | Scritto per Cinemonitor Diciamo che “L’intrusa” è un film nobile e severo, girato con uno stile sobrio, quasi documentaristico, benché tutto costruito sulla prova degli attori. Però si fatica un po’ ad arrivare alla fine, anche se dura solo 95 minuti. Passato oggi alla “Quinzaine des réalisateurs” di Cannes, ma […]

Alamar, un padre, un figlio e il mare

In un atollo incontaminato vive il vecchio Matraca, che esercita la pesca con metodi antichi nel Banco Chinchorro, un’estesa barriera corallina nei mari del Messico. Un giorno il figlio Jorge lo raggiunge, insieme al nipotino di cinque anni, Natan, nella palafitta dove vive. Il piccolo vive a Roma con la madre Roberta, ma prima che […]

COME SONO BUONI I BIANCHI! LA SORPRESA “SCAPPA – GET OUT”. SATIRA HORROR SUL NEOSCHIAVISMO NELL’AMERICA POST OBAMA

L’angolo di Michele Anselmi | Scritto per Cinemonitor Fu l’amico (di proiezioni) e critico Francesco Troiano, pochi giorni prima di morire all’improvviso, a raccomandarmi di vedere “Scappa – Get Out”. Ricordo ancora le sue parole: “Sarà una sorpresa”. Di sicuro tale è stata Stati Uniti, dove questo piccolo film d’esordio, costato meno di 5 milioni […]

Sette minuti dopo la mezzanotte. La fatica di crescere nella metafora horror di Bayona

“Raccontami il tuo incubo e quella sarà la tua storia”. Il gigantesco Uomo-Albero non molla la presa e con forza sovrumana, pari a un inarrestabile King Kong, non dà tregua al minuscolo ragazzo che impallidisce, tremando come una foglia. Attraverso fasci di viti intrecciati a comporne il volto, gli occhi del Mostro brillano come tizzoni […]

LA MAFIA COME STORIA DI FANTASMI, DI CORPI SCIOLTI NELL’ACIDO. “SICILIAN GHOST STORY” TRA CRONACA E SOVRANNATURALE

L’angolo di Michele Anselmi | Scritto per Cinemonitor Non è solo un film sul povero Giuseppe Di Matteo e tuttavia “Sicilian Ghost Story” è anche un film su di lui. Per chi non ricordasse: ormai fortemente dimagrito ed esausto, il ragazzino siciliano venne strangolato e sciolto nell’acido l’11 gennaio 1996, all’età di 15 anni, dopo […]

“THE DINNER”, TERZO FILM TRATTO DA “LA CENA” DI HERMAN KOCH. GIOCO AL MASSACRO A TAVOLA. E GETTYSBURG COME METAFORA

L’angolo di Michele Anselmi | Scritto per Cinemonitor Perché non chiamarlo semplicemente “La cena”, come il romanzo dell’olandese Herman Koch, pubblicato in Italia nel 2009 da Neri Pozza? Dice: c’è un film di Ettore Scola intitolato così. E quindi ecco “The Dinner”, in inglese, terza trasposizione cinematografica del best-seller, dopo l’olandese “Het Diner” di Menno […]

VELTRONI CERCA “INDIZI DI FELICITÀ” NELLE BRUTTURE DEL MONDO. IL MODELLO RESTA ZAVOLI, MA OGNI TANTO LO FREGA L’EMOZIONE

L’angolo di Michele Anselmi | Scritto per Cinemonitor Chiarita la faccenda con l’ufficio stampa, nel senso che sono stato invitato il 28 aprile ma sul mio computer non c’è traccia della relativa e-mail, eccomi a scrivere qualche pensierino sparso su “Indizi di felicità”. Trattasi del terzo documentario di Walter Veltroni, dopo “Quando c’era Berlinguer” e […]

“SONG TO SONG” HA POCO DA DIRE E LO DICE NOIOSAMENTE. POLVERE DI STAR PER TERRENCE MALICK, VENERATO MAESTRO

L’angolo di Michele Anselmi | Scritto per Cinemonitor Mettiamola così, in maniera aulica, così i cinefili non si offendono. Trovo che il tedio sia consunstanziale al cinema di Terrence Malick e viceversa. Naturalmente la noia è sentimento soggettivo, non esistono regole generali, specie in materia di film. “C’era una volta in America” di Sergio Leone […]

Manhattan. Torna al cinema il capolavoro di Woody Allen

Riguardando Manhattan, a distanza di tempo, il ricordo va a quel perfetto compenetrarsi di commedia e romanticismo: il sentimento di un uomo sulla quarantina per una ragazza delle scuole superiori. A una visione rinnovata, più maturi e consapevoli, empatizzeremo con la vera natura del film, assai più sottile e complessa. Non si tratta di una […]