“7 UOMINI A MOLLO” (PERÒ SONO 8): IL NUOTO FA BENE A NATALE. STORIA BUFFA ALLA “FULL MONTY” CON GOCCE DI VITA AGRA

L’angolo di Michele Anselmi  In realtà i “7 uomini a mollo” sono 8, con l’aggiunta del cruciale “pilone” che ogni compagine di nuoto sincronizzato maschile deve scegliere con cura: per forza muscolare e resistenza in apnea. Infatti il titolo francese recita, più correttamente, “La Grand Bain”. Ma sono inezie. Perché il film scritto e diretto […]

VAN GOGH – SULLA SOGLIA DELL’ETERNITÀ, NON PAZZO E NON FIGLIO DEL SUO TEMPO

A 22 anni da “Basquiat”, Julian Schnabel riprende il tema della vita d’artista attraverso la storia di Vincent Van Gogh (Willem Dafoe) a partire da Arles fino ai suoi ultimi giorni a Saint-Rémy-de-Provence, saltando completamente il passato in Olanda e i motivi per i quali l’artista arrivò a Parigi. Vincent è un artista che vuol […]

CAPRI 1914 COME ANTIPASTO DEL SESSANTOTTO FRICCHETTONE? MARTONE CHIUDE LA SUA TRILOGIA STORICA OMAGGIANDO BEUYS

L’angolo di Michele Anselmi  All’inizio doveva chiamarsi “Capri-Batterie” il nuovo film di Mario Martone, in omaggio alle famose lampadine “alimentate” a limoni inventate nel 1985 dallo scomparso Joseph Beuys, che a Capri visse qualche tempo, già ammalato. Quelle flebili lampadine appaiono a un certo punto in una scena del film, ambientato nel 1914, non in […]

GIOVANNI VERONESI TORNA BAMBINO 20 ANNI DOPO “IL MIO WEST”. PER NATALE I SUOI MOSCHETTIERI TRA OMAGGI E FRECCIATINE

L’angolo di Michele Anselmi C’è pure il nome di Marco Giusti in una delle croci piantate nel cimitero che appare nel finale di “Moschettieri del re”; un po’ come fece Tinto Brass, mi pare, con Tullio Kezich e Callisto Cosulich. Un giochino naturalmente, forse una frecciatina. Ma non credo che Giovanni Veronesi, pratese leale e […]

7 uomini a mollo, il riscatto sociale in salsa francese

Bertrand non ha un lavoro da due anni e trascorre le sue giornate come fosse un automa, in bàlia degli eventi, quasi come se tutto gli scorresse accanto lasciandolo indifferente. Un giorno scopre che nella piscina dove va la figlia stanno cercando l’ultimo componente di una squadra di nuoto sincronizzato maschile. Decide di iscriversi, forse […]

REDFORD FA IL RAPINATORE CORTESE IN “OLD MAN & THE GUN”. DAVVERO IL SUO ULTIMO FILM DA ATTORE? PERFETTO A NATALE

L’angolo di Michele Anselmi  Doppiaggio per doppiaggio, bisogna riconoscere che da noi Robert Redford aveva una voce più bella quando “indossava” quella dello scomparso Cesare Barbetti. Ma è vero che sono passati parecchi anni, anche il divo hollywoodiano è invecchiato, nonostante tinture e ritocchini vari (però va sempre a cavallo). Dev’essersene accorto lui stesso: infatti, […]

LA GUERRA FREDDA COME METAFORA DI UN AMORE (1949-1964). “COLD WAR”, RITORNA IL POLACCO PAWLIKOWSKI DI “IDA”

L’angolo di Michele Anselmi Dubito, francamente, che il polacco Pawel Pawlikowski, già regista dello straordinario “Ida”, abbia pensato a “La La Land” nello scrivere e girare “Cold War”, nelle sale da giovedì 20 dicembre con Lucky Red. Non che il malinconico musical di Damiel Chazelle fosse brutto, tutt’altro, ma il paragone, suggerito da uno strillo […]

“UN PICCOLO FAVORE”: MAI FIDARSI DELLA TUA MIGLIORE AMICA. LA COMMEDIA NOIR SARÀ LA SORPRESA DI QUESTO NATALE?

L’angolo di Michele Anselmi Magari mi sbaglio, ma ho la sensazione che “Un piccolo favore”, da oggi nei cinema con 01-Raicinema, possa diventare la sorpresa commerciale di questo Natale. Perché è una black-comedy ingegnosa, buffa e canagliesca insieme, fitta di rovesciamenti inattesi, di annotazioni gustose. Piacerà soprattutto alle donne, ma anche i maschietti avranno di […]

“IL TESTIMONE INVISIBILE” BLUFFA O BARA? DIPENDE DAI GUSTI. MORDINI RICOPIA UN NOIR SPAGNOLO TRA AVIDITÀ E VENDETTA

L’angolo di Michele Anselmi  La domanda è semplice: “Il testimone invisibile” bluffa o bara? Il distinguo non suoni sciocco, perché i polizieschi col finalone a effetto sono un classico del cinema di tensione/deduzione. In fondo, sia pure con risultati ben più alti, anche “I soliti sospetti” barava parecchio, benché desse allo spettatore la sensazione di […]

BOLDI & DE SICA TREDICI ANNI DOPO L’ORRIBILE “NATALE A MIAMI”. I DUE TORNANO AMICI E FANNO UN CINEPANETTONE CHE DIVERTE

L’angolo di Michele Anselmi  Confesso di aver temuto, vedendo “Amici come prima”, che prima o poi, visto il tema “en travesti”, uno dei due protagonisti pronunciasse l’immortale battuta di “A qualcuno piace caldo”. Sì: “Nessuno è perfetto”. Non succede, e questo è già un merito ascrivibile al film che segna la ricongiunzione, a tredici anni […]