Art/Trevi


«Adelina von Fürstenberg: chiunque lavori nel mondo dell’arte non può non conoscerla, né ignorare quel suo metodo di lavoro che unisce invenzione, energia ed empatia e l’ha resa una fidata compagna di strada dei più grandi artisti; curatrice quando la parola ancora non esisteva; pioniera nel fondare musei e poi un sistema di arte migratoria che, in nome dell’impegno e dei diritti umani, abbraccia ogni disciplina. Art for the World, un organismo da lei creato nel 1995. Una ONG che, affiliata al Dipartimento per l’Informazione pubblica dell’Onu, ha come missione la divulgazione di valori universali in nome dell’articolo 27 della Carta dei Diritti dell’Uomo: “ciascuno ha il diritto di prender parte liberamente alla vita culturale della comunità e gioire delle arti”. Dai cinque continenti Adelina ha coinvolto dunque architetti, scrittori, artisti, musicisti, registi teatrali e cineasti, ha riunito i linguaggi di tutte le discipline, la creatività dei più innovativi autori per trasmettere messaggi che parlino di dignità umana, di non belligeranza, di diritti, di giustizia. Ha lavorato con musei e istituzioni culturali d’Europa-Asia-Americhe; ha parlato di donne, cibo, migrazioni, religioni e urbanistica attraverso mostre e grandi eventi; ha costruito ben ottanta parchi giochi per bambini ovunque nel mondo. Nel 2007 Art for the World inaugura un progetto strettamente dedicato alla produzione di cortometraggi, video e film. Artisti come Pipilotti Rist, Marina Abramovic, Dominique Gonzalez-Foerster e registi come Jafar Panahi, Pablo Trapero, Sergej Bodrov, Bob Wilson aderiscono immediatamente con lavori contesi da grandi festival e importanti musei. Nasce così un nuovo genere che unisce cineasti e artisti ridefinendone i ruoli in un confronto etico ed estetico. Ma è ancora possibile pensare a un ruolo sociale e politico delle arti? Come incidono arte & cinema nella contemporanea comunità degli uomini? E come possono difendere il diritto alla cultura e al godimento estetico in un mondo tanto diviso e travagliato? Art/Trevi prova a rispondere grazie all’incontro con Adelina von Fürstenberg e ai piccoli/grandi film di Art for the World» (Mammì).
Evento a cura di Alessandra Mammì con la Cineteca Nazionale

ore 17.30 Maratona di cortometraggi di Art for the World, tra i quali:
Gao di Robert Wilson (2005, 4′)
La lunga marcia del camaleonte di Idrissa Ouédraogo (2008, 4′)
The Accordion di Jafar Panahi(2010, 9′)
Dangerous Games di Marina Abramovic (2008, 5′)
Mobile Man di Apitchapong Weerasethakul (2008, 4′)
I Drink Your Bath Water di Pipilotti Rist (2008, 4′)
La Victoire sur les sachets di Sarkis (2008, 4′)
Des Film à faire di Dominique Gonzalez-Foerster (2008, 4′)
Sobras di Pablo Trapero (2008, 5′)
Trust di Runa Islam (2008, 3′)
The Voice di Sergej Bodrov (2008, 3′)

ore 20.30 Incontro moderato da Alessandra Mammì con Adelina von Fürstenberg. Nel corso dell’incontro saranno proiettati altri cortometraggi di Art for the World.

Sto caricando la mappa ....

Date/Time
Date(s) - 30/09/2016
00:00

Location
Cinema Trevi

Category(ies) No Categorie

Lascia un commento