Cinema all’aperto di Villa Medici – Omaggio a Michel Piccoli


La settima edizione di “Cinema all’aperto” a Villa Medici rende omaggio a Michel Piccoli, straordinario artista di ieri e di oggi, attraverso una selezione dei film che ha realizzato come regista e come attore. Scelti insieme a lui, i titoli presentati riveleranno il ruolo di primo piano che Piccoli ha avuto nel cinema francese e italiano.
Ripercorrendo la storia del cinema francese, è difficile trovare un attore del calibro di Michel Piccoli. Una carriera cinematografica ricca e cangiante, che l’ha visto recitare in ruoli memorabili in più di duecento film, incontrando i più grandi registi d’Oltralpe e d’Italia.
Attore di cinema e teatro, Michel Piccoli si misura con ruoli contrastanti e si adatta a universi e linguaggi cinematografici tra più diversi. Artista di fama internazionale, lo ritroviamo nei film di Demy, Rivette, Sautet, Buñuel, Rouffio, Ferreri, Petri, Bellocchio, Hitchcock, Skolimowski, Doillon, Carax, Malle, Chabrol, Deville, Renoir, Godard, Lelouch, Granier-Deferre, Tavernier, Chahine, Resnais… Alla sua straordinaria carriera d’attore affianca quella di regista, firmando a partire dagli anni ‘90 alcuni importanti film.
La sua incredibile versatilità e il percorso di ricerca in continuo divenire fanno di Michel Piccoli un’icona del cinema.
Da lunedì 8 a venerdì 19 luglio l’Accademia di Francia offre un omaggio a questo straordinario artista aprendo nuovamente i giardini di Villa Medici, la cui sala cinematografica è dedicata proprio a Michel Piccoli.
Giunta alla sua settima edizione, “Cinema all’aperto” rappresenta una delle rassegne più significative e apprezzate dell’Accademia di Francia, la cui programmazione unisce capolavori noti al grande pubblico e titoli da riscoprire. Un percorso che fa emergere il lavoro di attori e attrici che hanno contribuito a promuovere il dialogo cinematografico tra Francia e Italia.
Alcuni film in programmazione provengono dal Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale di Roma.

Programma
Lunedì 8 luglio – ore 21
Proiezione di apertura: Il disprezzo (Le Mépris) di Jean-Luc GODARD
Francia-Italia, 1963, 103’, colore
Con Brigitte Bardot, Michel Piccoli, Fritz Lang, Jack Palance, Giorgia Moll, Raoul Coutard
L’attraente moglie francese di uno sceneggiatore disprezza il marito, troppo arrendevole ai compromessi con il produttore americano che l’ha scritturato per salvare un film diretto da Fritz Lang (nel ruolo di se stesso).
Tratto dall’omonimo romanzo di Alberto Moravia, uno dei migliori film di Godard, ambientato tra Roma e Capri. Irreparabilmente sfregiato dalla produzione italiana, Carlo Ponti ne eliminò 20 minuti di film ed invertì le due scene finali; fu uno dei più eclatanti casi di “taglio e cucito” di cui sia stata vittima un’opera cinematografica (Morandini).
Proiezione eccezionale. Versione del film autorizzata dall’autore, copia irreperibile in Italia.

Martedì 9 luglio – ore 21
Il fascino dell’ambiguità (Une étrange affaire) di Pierre GRANIER-DEFERRE
Francia, 1981, 105’, colore
Con Michel Piccoli, Gérard Lanvin, Nathalie Baye, Jean-Pierre Kalfon, Jean-François Balmer Dominique Blanchar
L’aurea mediocrità di un giovane impiegato medio cambia improvvisamente con l’arrivo di un nuovo direttore che a poco a poco, grazie al suo fascino, lo trasforma in uno schiavo del lavoro. Il film, insolito per la storia e il tono, che ha rilanciato Pierre Granier-Deferre dopo qualche insuccesso negli anni ’70. Un ottimo Gérard Lanvin è al centro di un ambiente impiegatizio descritto con finezza.

Mercoledì 10 luglio – ore 21
Dillinger è morto di Marco FERRERI
Italia, 1969, 95’, colore
Con Adriano Aprà, Anita Pallenberg, Annie Girardot, Carole André, Gigi Lavagetto, Mario Jannilli, Michel Piccoli
In una calda sera d’estate, Glauco, un disegnatore industriale sulla quarantina, ritorna a casa dal lavoro e trova la moglie a letto per una lieve indisposizione. In sala da pranzo lo attende una cena fredda poco invitante. Con l’aiuto di un libro di cucina, l’uomo decide di prepararsi un piatto di suo gusto. Mentre cerca gli ingredienti necessari da un armadio salta fuori un pacchetto avvolto in vecchi giornali. Dall’involucro esce una pistola a tamburo arrugginita. L’uomo la olia, la dipinge di rosso e la carica, poi si reca nella stanza dove c’è la moglie e…
Forse il miglior film di Ferreri in assoluto. Nelle apparenze di un esercizio di stile quasi sperimentale (per tre quarti della sua durata soltanto Piccoli davanti alla cinepresa) è un notturno happening sulla nevrosi e l’orrore del quotidiano. Astratto e, insieme, concretissimo. (Morandini)

Giovedì 11 luglio – ore 21
Bella di giorno (Belle de jour) di Luis BUÑUEL
Francia-Italia, 1967, 102’, colore
Con Catherine Deneuve, Francisco Rabal, Geneviève Page, Jean Sorel, Macha Méril, Michel Piccoli, Pierre Clementi
Sposata con un medico parigino, la bella e frigida Séverine, ossessionata dai suoi desideri erotici, si sfoga durante le ore diurne in una casa d’appuntamenti. Uno dei suoi clienti s’innamora di lei e pretende che lasci il marito. Dal romanzo di Joseph Kessel, Buñuel ha tratto un film ironico, elegante, quasi rasserenante, nella sua continua oscillazione surrealista tra sogno e realtà, trasgressione e soddisfazione, normalità e anormalità. Fotografia di Sacha Vierny. Leone d’oro alla Mostra di Venezia nel 1967. (Morandini)

Venerdì 12 luglio – ore 21
Non è proprio la vita che sognavo (C’est pas tout à fait la vie dont j’avais rêvé) di Michel PICCOLI
Francia, 2004, 75’, colore
Con Roger Jendly, Michèle Gleizer, Elizabeth Margoni, Monique Eberlé, Nicolas Barbot
Un uomo, due appartamenti, una donna, un’amante, una domestica. L’uomo divide la sua vita tra il night club, l’appartamento dove vive con la sua donna e quello dove abita con l’amante. Con la complicità della domestica, ruba alla prima per fare regali all’altra. Alla sua compagna si dedica con silenziose partite di Scrabble e all’amante si presenta tutti i giorni con dichiarazioni d’amore e bouquets di fiori. Ma l’uomo riproduce gli stessi immobili rituali con la sua amante…

Lunedì 15 luglio – ore 21
Vous n’avez encore rien vu di Alain RESNAIS
Francia, 2012, 115’, colore
Con Lambert Wilson, Mathieu Amalric, Michel Piccoli, Anne Consigny, Sabine Azéma, Hippolyte Girardot, Denis Podalydès, Pierre Arditi, Michel Robin, Anny Duperey, Andrzej Seweryn
Anthony, drammaturgo, ha fatto in modo che dopo la sua morte si riuniscano tutti i suoi amici attori che hanno recitato nelle varie rappresentazioni della sua Euridice. Ha registrato, infatti, una dichiarazione in cui chiede loro di acquisire una serie di repliche della stessa Euridice: una giovane troupe ha chiesto il permesso di rimettere in scena la pièce e ha bisogno dei loro consigli. Il film è basato sulla tragedia Eurydice (1941) dello scrittore francese Jean Anouilh.

Martedì 16 luglio – ore 21
Milou a maggio (Milou en mai) di Louis MALLE
Francia, 1989, 108’, colore
Con Miou-Miou, Bruno Carette, Dominique Blanc, Harriet Walter, Michel Duchaussoy, Michel Piccoli, Paulette Dubost
Mentre la radio trasmette incessantemente notiziari da una Parigi in rivolta (è il maggio turbolento del ‘68), nel sud-ovest della Francia muore di infarto la ultraottantenne signora Vieuzac, proprietaria di una bella villa con bosco e vigneti. Il figlio Milou, un sessantenne che da sempre vive là e che adora la campagna, si affretta a convocare gli altri eredi.
Arrivano dunque suo fratello Georges con l’attraente moglie inglese; Camille, figlia di Milou stesso, con tre irrequieti bambini, nonché Claire, recante al seguito una giovanissima danzatrice cui è morbosamente legata. E con gli arrivi comincia la lotta degli eredi, prontissimi a dividersi, vendendo tutto, le spoglie di Madame Vieuzac…

Mercoledì 17 luglio – ore 21
Habemus Papam di Nanni MORETTI
Italia-Francia, 2011, 102’, colore
Con Michel Piccoli, Nanni Moretti, Franco Graziosi, Jerzy Stuhr, Margherita Buy, Renato Scarpa, Roberto Nobile
Alla morte del vecchio Papa si riunisce il Conclave per eleggere il nuovo pontefice della Chiesa cattolica. Ma il prescelto, il cardinal Melville, è preda di dubbi e fortissime ansie e per questo cade in subitanea depressione per il timore di non essere in grado di salire degnamente al soglio pontificio. Il Vaticano chiama allora uno psicanalista, il professor Brezzi, perché assista Melville e lo aiuti a risolvere i suoi problemi.

Giovedì 18 luglio – ore 21
L’amante (Les choses de la vie) di Claude SAUTET
Francia, 1970, 89’, colore
Con Michel Piccoli, Romy Schneider, Lea Massari, Gérard Lartigau
Pierre, architetto sulla quarantina ha un incidente in macchina che gli costa la vita. Inerte, giace sull’erba ai bordi di una strada e rivede sfilare tutta la sua vita in pochi attimi. Si ricorda del suo passato, dei momenti vissuti con Hélène, una giovane donna che avrebbe dovuto lasciare, Catherine, sua moglie e suo figlio…
Tratto dal romanzo di Paul Grimard, il film afferma il successo di Claude Sautet e la sua carriera cinematografica internazionale, legata all’incontro con Romy Schneider, Michel Piccoli, suo alter ego sullo schermo e Philippe Sarde, che comporrà tutte le musiche dei suoi film.
Venerdì 19 luglio – ore 21
Salto nel vuoto di Marco BELLOCCHIO
Francia-Italia, 1980, 120’, colore
Con Antonio Piovanelli, Gisella Burinato, Michel Piccoli, Michele Placido, Anna Orso, Anouk Aimée
Nel corso di una inchiesta per istigazione al suicidio, un giudice italiano incontra un individuo completamente all’opposto di se stesso. Una specie di anarcoide che vive ignorando quelle costrizioni spirituali e materiali che invece condizionano il giudice. Il giudice, che forma una coppia marcata in modo ossessivo dall’infanzia con la sorella, pensa di approfittare dell’incontro con il giovane ribelle per risolvere la tragica apatia di questa: forse, suggerendo indirettamente al giovane di eliminarla. Ma la ventata liberatoria del giovane guarirà invece la donna, condannando al “salto nel vuoto” il giudice.
Premio per la migliore interpretazione a Michel Piccoli e Anouk Aimée al Festival di Cannes.

Informazioni e tariffe

Tariffe:
Intero 5 euro
Ridotto 4 euro

Durante la rassegna la biglietteria aprirà un’ora prima della proiezione.

L’accesso non è consentito a inizio film.
Tutti i film in lingua sono in versione originale sottotitolata in italiano.

Per ulteriori informazioni sul programma: www.villamedici.it

Consulente per le attività cinematografiche: Francesca Bolognesi

Sto caricando la mappa ....

Date/Time
Date(s) - 08/07/2013 - 19/07/2013
All Day

Location
Accademia di Francia a Roma – Villa Medici

Category(ies) No Categorie

Lascia un commento