Cinema & Moda | Tribute to Marilyn Monroe


Merilyn Monroe, l`arte della bellezza | Ad Arona fino al 28 Novembre

Diamonds are best girl`s friends come cantava nei favolosi Fifties Marilyn Monroe indossando uno splendido abito rosso nel film “Gli uomini preferiscono le bionde” (1953)? La risposta ça va sans dire! In un’intervista pubblicata sul numero 719 di Vogue – luglio 2010,  la figlia di Roberto Rossellini rivela che da bambina sognava d’indossare di nascosto la pariur di diamanti che la mamma Ingrid Bergman portava nel film “La vendetta della signora” (1964). Non a caso, la celebre casa di gioielli italiana Bulgari ha progettato insieme a Isabella Rossellini la nuova collezione di borse che si chiama proprio come lei. In attesa di scoprire, il prossimo autunno, le note di un diario inedito che raccoglie frammenti di poesie e lettere nelle quali Norma Jean Bake, in arte Marilyn Monroe, si racconta, è stata allestita in una location esclusiva, la settecentesca Villa Ponti di Arona, una mostra intitolata “Merilyn Monroe, l’arte della bellezza”, che ne ripercorre la vita, gli amori, il lavoro sul set. Tra i tanti film, pensando a quanti di voi sono rimasti in città a lavorare mentre la compagna è in vacanza al mare, mi viene in mente la scena del film di Billy Wilder “Quando la moglie è in vacanza” (1955), in cui  il vestito bianco di Marilyn Monroe disegnato dallo stilista Jean-Louis con il corpetto stretto sotto al seno e la gonna plissettata, all’uscita dal cinema, sopra una grata di aerazione, viene sollevato dallo spostamento d’aria provocato dal passaggio della metropolitana. Per chi non l’avesse mai visto o per chi volesse rivederlo, il film va in onda oggi su Rete 4 alle ore 16.45.
 
 
Musa ispiratrice di Andy Warhol nei rivoluzionari Sixties, Marilyn è divenuta non solo l’icona di un movimento artistico d’avantgarde che si andava diffondendo nella cultura pop, ha anche incarnato l’esprit du temps di un secolo, il Novecento, divenendo il simbolo della femminilità e dell’eleganza. La sua immagine, feticcio carnale di un’arte riproducibile, è stata consumata dai mass media e dalla pubblicità che hanno alimentato nell’immaginario collettivo il desiderio irrefrenabile di avvicinarsi alla divinità.
 
 
Imprigionata dentro quel ruolo “sexy” da dumb blonde che le era stato cucito addosso, dietro la sua bellezza rara, l’attrice celava un’anima fragile e malinconica. Il tempo non è riuscito a imporre la sua tirannia sul fascino incredibile di Marilyn Monroe che si è spenta nell’agosto dell’1962 a soli trentasei anni. Passano gli anni e le mode ma è impossibile non lasciarsi sedurre!

 

 

Mappa non disponibile

Date/Time
Date(s) - 01/06/2010 - 28/11/2010
All Day

Location

Category(ies) No Categorie

Lascia un commento