Corso Polonia 2014 – 12° Festival della Cultura Polacca a Roma


Giunto alla sua XII° edizione, nel 2014 il Festival prodotto dall’Istituto Polacco di Roma festeggia i 25 anni dalle prime elezioni libere e dalla vittoria di Solidarność in Polonia nel 1989, una grande vittoria che segnò l’inizio di profondi cambiamenti avvenuti non soltanto in Polonia, ma in tutta l’Europa centro-orientale. Nel programma della manifestazione (che si terrà dal 26 Maggio all’8 giugno e toccherà naturalmente anche la nostra sala) sarà dato ampio spazio al cinema, in particolare alla trilogia di Andrzej Wajda con L’uomo di marmo’, ‘L’uomo di ferro’ e il recentissimo ‘Walesa, uomo della speranza’.

In occasione dell’uscita italiana del film “Wałęsa. L’uomo della speranza” di Andrzej Wajda – prima mondiale alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica Venezia 2013, nei cinema dal 6 giugno 2014 distribuito da Nomad Film Distribution – in esclusiva per il Corso Polonia verrà proiettata l’intera trilogia cinematografica di Wajda con “L’Uomo di marmo” e “L’Uomo di ferro” in copie restaurate digitalmente. Sono tre gli appuntamenti con il cinema di Wajda previsti al Nuovo Cinema Aquila: il 6 giugno alle ore 20.30 con la proiezione speciale del film “Wałęsa. L’uomo della speranza” (Polonia, 2013, versione italiana), cui seguirà l’incontro con l’attore protagonista Robert Więckiewicz; l’8 giugno alle ore 16.00 – “L’Uomo di marmo” (Polonia, 1976, v.o. sott.it.) e alle ore 18.30 – “L’Uomo di ferro” (Polonia, 1981, v.o. sott.it.), Palma d’oro al Festival di Cannes nel 1981. Comeha sottolineato Alberto Barbera durante l’ultima Mostra di Venezia, Andrzej Wajda “non è soltanto il cineasta più rappresentativo del cinema polacco del dopoguerra. È il regista che con la sua opera (oltre 50 film in poco più di 60 anni di attività), ha saputo porsi gli interrogativi più importanti e decisivi in merito alla storia del suo Paese e, di riflesso, dell’Europa intera, invitando a riflettere sui rapporti decisivi fra le vicende singole e quelle di un’intera nazione, fra l’angoscia che spesso caratterizza i destini individuali e il peso del compito collettivo a cui questi vengono chiamati”. Il genio di Andrzej Wajda è stato tra l’atro quello di creare un titolo simbolo, di grande forza creatrice, colto sia dagli operai che dallo stesso leader di Solidarność, Lech Wałęsa. Sulla fama de “L’uomo di marmo” (1976), Wajda incontra gli operai del cantiere navale in sciopero. Uno di loro, entusiasta, incita il regista a girare il seguito del film e lancia la sua proposta del titolo: “L’uomo di ferro”. La sala applaude, in tre mesi la sceneggiatura di Aleksander Ścibor-Rylski è pronta, e così in quattro mesi nasce il film, che vincerà la Palma d’oro a Cannes nel 1981. Il titolo “L’uomo della speranza” nasce invece dalla proposta del leader di Solidarność. Nei primi anni ‘80 Andrzej Wajda riceve da Lech Wałęsa un breve telegramma: “In occasione dell’onomastico del regista di L’uomo di marmo e L’uomo di ferro, Le auguro di realizzare L’uomo della speranza”.

PROGRAMMA

venerdì 6 giugno 2014 – ore 20.30

walesa0-1Proiezione speciale del film Wałęsa. L’uomo della speranza / Wałęsa. Człowiek z nadziei di Andrzej Wajda (Polonia, 2013, 127’, versione italiana). A seguire l’incontro con l’attore protagonista Robert Wieckięwicz.

WAŁĘSALa visione del film sarà preceduta dalla proiezione del documentario L’uomo della speranza (10’, v.o.sott.it) realizzato nel 2005 dallo stesso Andrzej Wajda per il ciclo Solidarność, Solidarność. Nel documentario il maestro incontra l’allora presidente di Polonia – Lech Wałęsa e due attori protagonisti dei precedenti film della trilogia wajdiana – L’uomo di marmo e L’uomo di ferro – Krystyna Janda e Jerzy Radziwiłowicz. In un loro breve dialogo viene svelato il mistero della nascita e del significato del titolo L’uomo della speranza.

Il film sarà in programmazione presso il Nuovo Cinema Aquila fino al 19 giugno 2014

domenica 8 giugno 2014 – dalle ore 16.00

In occasione dell’uscita italiana di Wałęsa. L’uomo della speranza di Andrzej Wajda proiezioni speciali delle due prime parti della trilogia wajdiana in copie restaurate digitalmente:

L’uomo di marmoore 16.00 – L’uomo di marmo / Człowiek z marmuru (Polonia, 1976, 153’, v.o.sott.it)

ore 18.30 – L’uomo di ferro / Człowiek z żelaza, Palma d’oro al Festival di Cannes nel 1981 (Polonia, 1981, 147’, v.o.sott.it)

L’uomo di ferroore 20.30 – brindisi ai 25 anni della Polonia libera nel foyer del Nuovo Cinema Aquila (ingresso libero)

tuttociocheamo2ore 21.30 – proiezione speciale del film Tutto ciò che amo / Wszystko co kocham di Jacek Borcuch (Polonia, 2009, 91’, v.o.sott.it) alla presenza dell’attrice protagonista Katarzyna Herman

www.istitutopolacco.it

via Vittoria Colonna 1 – 00193 Roma – Tel. 0636000723 – segreteria.roma@instytutpolski.org

Info stampa: Marta Sputowska – tel. 0645422577 – m.sputowska@instytutpolski.org

Facebook: Istituto Polacco di Roma – Twitter: @PLInst_Roma

L’ingresso è libero per l’evento del 6 Giugno (‘Walesa, l’uomo della speranza’). Il prezzo del biglietto è di 3 euro per ciascuna delle due proiezioni in sala dell’8 Giugno (‘L’uomo di marmo’, ‘L’uomo di ferro’). L’ingresso per il brindisi conclusivo del Festival e relativa proiezione a seguire ‘Tutto ciò che amo’ – che si terranno entrambe al foyer, sempre l’8 giugno – è libero.

L’iniziativa è promossa dall’Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica di Roma Capitale.

Ufficio Stampa del Nuovo Cinema Aquila – Domenico Vitucci 347 11.03.174 – domenico.vitucci@cinemaaquila.com

in collaborazione con Francesca Piggianelli di Ass. Cult. Romarteventi 339 64.77.847

Sto caricando la mappa ....

Date/Time
Date(s) - 06/06/2014 - 08/06/2014
All Day

Location
Nuovo Cinema Aquila

Category(ies) No Categorie

Lascia un commento