Festival del Cinema Italiano di Annecy, trentesima edizione


Nato nel 1983, il festival di Annecy, festeggia quest’anno la sua trentesima edizione, occasione questa per un bilancio sia per il Festival che per il cinema italiano che ha ritrovato dopo un periodo di crisi tutta la sua ricchezza e originalità. Come ogni anno il festival permetterà di apprezzare il nostro cinema e di misurarne la capacità di penetrazione sul territorio francese. Nel corso degli ultimi anni la situazione è piuttosto migliorata. Dopo un anno assai critico nel 2009, con soli 5 film italiani distribuiti in Francia, la ripresa è stata molto sensibile con 18 film nel 2010 ed altrettanti nel 2011. Per l’anno in corso il bilancio dovrebbe essere lo stesso. Questi risultati sono la conseguenza di un interesse rinnovato da parte dei distributori per le produzioni italiane, con società come Bellissima seguita da Le Pacte, senza però dimenticare Ad Vitam, Pyramide, Wild Bunch, Rezo films, etc. Probabilmente questa situazione è anche frutto del lavoro portato avanti da manifestazioni come Annecy Cinema Italien oltre che Villerupt, Bastia, Nantes, Voiron…
Un incontro professionale, alla presenza di rappresentanti del Centro Nazionale del Cinema, farà il punto sulla circolazione dei film tra Italia e Francia.

Numerosi gli ospiti presenti quest’anno, dal presidente Ettore Scola alla eccezionale madrina Claudia Cardinale oltre ai
registi che accompagneranno i loro film come Paolo e Vittorio Taviani, Marco Tullio Giordana, Giuliano Montaldo, Daniele Vicari (che riceverà il premio Sergio Leone), Daniele Ciprì, Ivano De Matteo, Stefano Chiantini, etc.
Il programma del Festival è suddiviso in sezioni che mostreranno la ricchezza e la diversità della produzione contemporanea e renderà omaggio ad un patrimonio eccezionale.

Cuore del festival le due sezioni del concorso con 16 film: 8 lungometraggi – opere prime e seconde – concorrono per il Grand Prix Annecy Cinéma Italien, il premio CICAE Pierre Todeschini e il premio del pubblico. Gli 8 documentari sono in lizza invece per il premio della giuria ed il premio della giuria giovane composta da dieci studenti liceali .

IN CONCORSO
8 lungometraggi – opere prime e seconde:
Tutti i rumori del mare di Federico Brugia
Fra 5 minuti in scena di Laura Chiassone
Transeurope Hotel di Luigi Cinque
La kryptonite nella borsa di Ivan Cotroneo
Padroni di casa di Edoardo Gabbriellini
Cavalli di Michele Rho
Il pasticciere di Luigi Sardiello
Workers – Pronti a tutto di Lorenzo Vignolo

La giuria è presieduta dal grande cineasta Pascal Thomas con Gianni Amelio, Francesco Bruni, Felice Laudadio e il
compositore Reinhardt Wagner.

I documentari:
Cadenas di Francesca Balbo
Le perle di ritorno di Franco Basaglio
Africa nera. Marmo bianco di Clemente Bicocchi
148 Stefano. Mostri dell’inerzia di Maurizio Cartolano
Ritals, domani me ne vado di Sophie e Anna Lisa Chiarello
Lasciando la baia del Re di Claudia Cipriani
Isqat al nizam – Ai confini del regime di Antonio Martino
Noi bruciamo gli elefanti di Giuseppe Valentino
Inoltre, 3 documentari fuori concorso:
Trintignant l’Italien di Emmanuel Barnault
La Pièce di Mario Brenta e Denis Brotto
Il Mundial dimenticato di Lorenzo Garzella e Filippo Macelloni

Sto caricando la mappa ....

Date/Time
Date(s) - 03/10/2012 - 09/10/2012
All Day

Location
Les Nemours

Category(ies) No Categorie

Lascia un commento