“Free Cinema”, alla Casa del Cinema


Fondato in Gran Bretagna alla metà degli anni cinquanta da Lindsay Anderson, Lorenza Mazzetti e Karel Reisz in collaborazione con Tony Richardson, il movimento cinematografico, sociale e politico “Free Cinema” si pose in aperta contestazione con il cinema britannico dell’epoca, rivendicando un cinema libero, poetico e attento alle nuove realtà del Paese. E proprio al “Free Cinema” la Casa del Cinema dedica la sua programmazione da giovedì 13 a domenica 16 marzo a partire dalla presentazione del libro Diario londinese di Lorenza Mazzetti, Sellerio editore con la partecipazione di Irene Bignardi e Giacomo Martini e il coordinamento di Antonio Gnoli.

Dopo la presentazione del libro, giovedì 13 marzo saranno proiettati i due documentari di Lorenza Mazzetti che hanno segnato la nascita del “Free Cinema” britannico: K (1953, 28’) girato con attori e ambientazioni casuali o ‘strappate’ dall’autrice alla disponibilità di amici o perfetti sconosciuti e  TOGETHER (52’, 1971) racconto delle vicende di due sordomuti nel quartiere East End di Londra.

Venerdi 14 marzo sarà proiettato SABATO SERA, DOMENICA MATTINA di Karel Reisz (GB, 1960, 90’) uno dei primi e migliori drammi britannici sui “giovani arrabbiati” degli anni Sessanta, inserito al quattordicesimo posto della lista dei migliori cento film britannici del XX secolo dal British Film Institute.

Sabato 15 marzo sarà la volta di A TASTE OF HONEY di Tony Richardson (GB, 1961, 100’) una storia di disagio e solitudine presentata al Festival di Cannes 1962, dove Rita Tushingham ha vinto il premio per la miglior interpretazione femminile e Murray Melvin per la miglior interpretazione maschile.

Infine, domenica 16 marzo la rassegna sarà chiusa da IF… di Lindsay Anderson (GB, 1968, 111′) film dallo spirito anarchico uscito nel 1968, che rappresentò in un certo senso il manifesto di immagine dei giovani studenti britannici. Vincitore della Palma d’Oro come miglior film al Festival di Cannes nel 1969.

Questi film sono liberi nel senso che le loro asserzioni sono del tutto personali. Anche se i loro umori e i loro soggetti sono diversi, ognuno di essi è interessato a qualche aspetto della vita, com’è vissuta, oggi, in questo paese. Un jazz club nell’area settentrionale di Londra; la strada principale della zona portuale dell’East End; un parco di divertimenti in un luogo di villeggiatura della costa meridionale … Queste ambientazioni possono essere apparse prima nel cinema britannico. Ma qui c’è lo sforzo di vederle e sentirle in maniera nuova, con amore o con rabbia, ma mai freddamente, asetticamente, convenzionalmente. In realtà, gli autori di questi film li propongono come una sfida all’ortodossia” (trad. it. in Free Cinema e dintorni, 1991, p. XIV) Lindsay Anderson e Karel Reisz

Sto caricando la mappa ....

Date/Time
Date(s) - 13/03/2014 - 16/03/2014
All Day

Location
Casa del Cinema

Category(ies) No Categorie

Lascia un commento