Omaggio a Stephen Frears, Spazio Oberdan Milano


Dal 26 luglio al 3 agosto 2014, presso Spazio Oberdan della Provincia di Milano, Fondazione Cineteca Italiana presenta STEPHEN FREARS, una rassegna sul regista britannico, autore tra gli altri del recentissimo Philomena, film osannato da critica e pubblico.

Autore eclettico e imprevedibile, cinico e dissacrante, Frears ha collezionato straordinari successi con film coraggiosi e anticonvenzionali, passando con mano sicura da opere a basso costo a grandi produzioni hollywoodiane, mescolando spirito eccentrico e critica sociale, dramma e commedia, crudeltà e senso dell’umorismo, secondo la miglior tradizione cinematografica e letteraria britannica. Grazie alla sua intelligenza ha saputo usare la macchina da presa come una lente di ingrandimento puntata sulle contraddizioni, le ipocrisie, la violenza, ma anche il coraggio e la capacità di resistenza nella società contemporanea.
Contrario alla definizione di autore, affascinato dal cinema classico e popolare («Sono cresciuto con i film di John Ford – ha dichiarato – ma mi identifico con Billy Wilder»), influenzato in seguito dal free cinema inglese, soprattutto da due maestri come Lindsy Anderson e Karel Reisz, che gli «hanno insegnato a stare con i piedi per terra, a lavorare sempre a contatto con la realtà», il ribelle Frears ha definito il suo radicalismo cinematografico più emotivo che politico, e ha descritto se stesso come un uomo cresciuto con la paura dell’autorità; per questo lo si può vedere come una sorta di teppista, il quale si diverte a riempire i suoi film di scherzi a volte feroci.

La rassegna che vi proponiamo comprende i 10 lungometraggi di maggior successo del regista britannico, dalle caustiche commedie degli anni Ottanta per arrivare ai titoli più recenti. Verranno proiettati i film girati in collaborazione con scrittori britannici contemporanei come Hanif Kureishi, sceneggiatore di My Beautiful Laundrette, che ha lanciato come star un giovane Daniel Day-Lewis, e di Sammy e Rosie vanno a letto, e Nick Hornby, di cui Frears ha adattato il romanzo di successo Altà fedeltà. Ci sarà ovviamente anche l’adattamento di Le relazioni pericolose di Laclos, e le commedie Prick Up e Due sulla strada. Due grandi attrici del cinema britannico come Judi Dench e Helen Mirren sono protagoniste rispettivamente dei biografici Lady Henderson presenta e del biografico The Queen. Completano la rassegna il giallo atipico Piccoli affari sporchi e la commedia Tamara Drewe.
SCHEDE FILM E CALENDARIO PROIEZIONI

Sabato 26 luglio
h 16.45 Tamara Drewe – Tradimenti all’inglese (Stephen Frears, Gran Bretagna, 2010, col., 111’)
Tamara, un tempo timida e bruttina, da quando vive a Londra ha completamente stravolto il suo look e il suo modo di essere, diventando una vera e propria femme fatale, oltre che una brillante e celebre giornalista. Quando Tamara torna al suo paese natale per vendere la casa della madre, la gente del posto, tra cui la sua vecchia fiamma Andy, stentano a riconoscerla, e ovunque lei vada scatena invidia, scandali e pettegolezzi per la sua ambizione, la sua indipendenza e il suo sex appeal. In realtà nel paese Tamara si sente vulnerabile come un pesce fuor d’acqua. Avrà veramente dimenticato chi era e chi amava?

h 21.30 My Beautiful Laundrette (Stephen Frears, Gran Bretagna, 1985, col., 94’)
Nella comunità pakistana di Londra, l’anziana madre di Omar chiede a suo fratello Nasser di trovare un posto di lavoro per il figlio. Nasser assume Omar come lavamacchine: il ragazzo è pieno di idee e propone allo zio di concedergli la gestione di una sua vecchia lavanderia. Omar, messi insieme un po’ di soldi, riammoderna locali e macchinari e ben presto inizia ad ingranare. Socio in affari di Omar è Johnny, un compagno di infanzia, gay come lui, e che per lui e quel lavoro smette di fare il balordo da suburbio in una combriccola di teppistelli e picchiatori. La gestione ha successo e il denaro per l’avviamento viene restituito. Anche la vita privata di Omar sembra andare molto bene, nonostante alcune questioni familiari.

Domenica 27 luglio
h 17 Lady Henderson presenta (Stephen Frears, Gran Bretagna, 2005, col., 103’)
Londra, 1937. Laura Henderson, una ricca vedova di 69 anni dinamica e vitale, è in cerca di un passatempo per riempire le sue giornate. Destando l’indignazione e lo scandalo nel circolo dei suoi amici aristocratici e benpensanti, decide di acquistare il Windmill Theatre, nel cuore di Soho, e, non avendo alcuna esperienza nella gestione di un teatro, ne affida la direzione ad un vero professionista dello spettacolo, Vivian Van Damm. Questa sfida porterà a grandi innovazioni nella storia del teatro britannico grazie alle sue originali e brillanti idee, ma il successo sensazionale del teatro sarà messo però in pericolo dallo scoppio della II Guerra Mondiale.

h 21 Sammy e Rosie vanno a letto (Stephen Frears, Gran Bretagna, 1987, col., 99’)
Sammy vive a Londra e fa il fiscalista, mentre sua moglie Rosie, una frizzante brunetta, si occupa degli anziani. La loro casa – in cui manca un sincero amore – è sempre aperta a femministe, lesbiche, gente di colore o personaggi comunque stravaganti, in un quartiere dove si esterna il malcontento, il disordine e la violenza degli immigrati. Proprio durante incendi e sassaiole tra emarginati e polizia, giunge da Sammy suo padre Rafi, un ex politico molto potente, che fa precipitare la coppia in una situazione instabile.

Martedì 29 luglio
h 21 Due sulla strada (Stephen Frears, Gran Bretagna, 1996, col., 98’)
Nel novembre del 1989,a Dublino, il fornaio Bimbo, con moglie e tre figli, viene licenziato. Dopo vane ricerche ha l’idea di comprare, con i soldi della liquidazione, un furgoncino per vendere pesce e patatine, e coinvolge nell’idea l’amico disoccupato Larry. Nell’estate del 1990, mentre l’Irlanda disputa i mondiali di calcio in Italia, gli affari sembrano andare a gonfie vele. Ma di fronte all’aumentare degli affari aumentano anche le incomprensioni fra i due soci.

Mercoledì 30 luglio
h 19 My Beautiful Laundrette (Stephen Frears, Gran Bretagna, 1985, col., 94’) Replica

Giovedì 31 luglio
h 17 Piccoli affari sporchi (Stephen Frears, Gran Bretagna, 2002, col., 107’)
In un lussuoso albergo di Londra tre impiegati extracomunitari – un portiere di notte nigeriano, una cameriera turca e una prostituta cinese – cercano di risolvere un misterioso, intricato e bizzarro caso di omicidio.

h 21.15 Prick Up – L’importanza di essere Joe (Stephen Frears, Gran Bretagna, 1987, col., 105’)
Nella Londra degli anni ’60, quelli della “rabbia” e delle proclamate trasgressioni,l’omosessuale Joe Orton, autore teatrale di buon successo, convive con Kenneth Hallywell. In realtà Joe sfrutta il talento del partner, e le sue commedie sono praticamente scritte a quattro mani, anche se Kenneth rimane nell’ombra e nella frustrazione. Joe affida a un diario le oscenità che costellano la propria vita, dato che, non bastandogli il rapporto con Kenneth, si abbanona alle più squallide e occasionali avventure. Finché un giorno, esasperato dalla gelosia e dall’invidia e ormai ai limiti della follia, Hallywell reagisce in modo estremamente violento.

Venerdì 1 agosto
h 19 Alta fedeltà (Stephen Frears, USA/Gran Bretagna, 2000, col., 109’)
Rob Gordon è il proprietario di un fallimentare negozio di dischi su vinile a Chicago. In compagnia dei suoi due dipendenti, che hanno come lui una conoscenza musicale enciclopedica, stila classifiche “Top-five” su qualunque tema. Quando Laura, la sua ragazza di vecchia data, lo lascia è costretto ad esaminare la sua vita e ad entrare, suo malgrado, nell’età adulta attraverso una vera e propria autocoscienza maschile.

Sabato 2 agosto
h 17 The Queen – La regina (Stephen Frears, Gran Bretagna, 2006, col., 100’)
Domenica 31 agosto 1997. Le televisioni di tutto il mondo annunciano la morte di Lady Diana, principessa del Galles e ex-moglie dell’erede al trono Carlo d’Inghilterra. Mentre il popolo inglese apprende con sgomento la notizia, la regina Elisabetta II resta nel castello di Balmoral con la famiglia reale, isolata dal resto del mondo. Eliminati tutti gli apparecchi radio e i televisori per proteggere i figli di Diana, la regina, “imbalsamata” nella tradizione e nel rispetto del protocollo, è incapace di comprendere la reazione del suo popolo. Il neo-eletto primo ministro Tony Blair, invece, capisce che la notizia ha creato un’onda di incredulità nella gente, che ora ha bisogno, soprattutto, di essere rassicurata. Ma come ricucire la frattura e riavvicinare agli inglesi la loro Regina? Il vecchio mondo del potere ereditario viene tenacemente indirizzato da quello moderno eletto democraticamente. E il vantaggio sarà reciproco.

h 19 Piccoli affari sporchi (Stephen Frears, Gran Bretagna, 2002, col., 107’) Replica

Domenica 3 agosto
h 17 Le relazioni pericolose (Stephen Frears, Gran Bretagna/USA, 1988, col., 120’)
La bella marchesa di Merteuil spinge verso altre donne il suo ex-amante, il Visconte di Valmont, per vendicarsi della sua fuga. E’ una sfida per tenere saldamente in pugno l’uomo che essa, pur dedita ad amori occasionali, ama ancora. Nella rete del seduttore cadono, alternandosi, sia la quindicenne Cecile de Volanges, già promessa in matrimonio ad un gentiluomo che di vent’anni più grande, sia la graziosa Madame de Tourvel. In un’atmosfera di mistero, intrighi e trappole, la situazione precipita e il gioco si fa pericoloso.

h 19 Due sulla strada (Stephen Frears, Gran Bretagna, 1996, col., 98’) Replica
INFO:
T 02.87242114 / info@cinetecamilano.it / www.cinetecamilano.it

MODALITÀ D’INGRESSO:
Biglietto d’ingresso: intero € 7,00
Biglietto d’ingresso ridotto per possessori di Cinetessera o studenti universitari: € 5,50
Proiezione pomeridiana feriale: intero € 5,50, ridotto € 3,50.
Cinetessera annuale: € 6,00, valida anche per le proiezioni al MIC – Museo Interattivo del Cinema – e all’ Area Metropolis 2.0 – Paderno Dugnano.

UFFICIO STAMPA:
Fondazione Cineteca Italiana / Cristiana Ferrari ufficiostampa@cinetecamilano.it – 3337357510

Sto caricando la mappa ....

Date/Time
Date(s) - 26/07/2014 - 03/08/2014
All Day

Location
Spazio Oberdan

Category(ies) No Categorie

Lascia un commento