Racconti di Cinema, alla Casa del Cinema


Associazione 100 autori | Alla Casa del Cinema

I quattro incontri della Rassegna “RACCONTI DI CINEMA”, studiati per un pubblico di appassionati, esperti di cinema e per chi opera nel mondo della formazione, rappresentano un’occasione unica di confronto intorno ad importanti film italiani, raccontandone la genesi, attraverso le voci degli ideatori – registi e sceneggiatori – che spiegheranno passo dopo passo come nasce un film. Dall’idea embrionale alla costruzione della storia, dal profilo dei personaggi allo sviluppo della sceneggiatura, senza tralasciare il rapporto spesso decisivo con gli attori e i produttori, ma non solo. Da quest’anno, infatti, i film da vivisezionare, verrano proiettati sia il giorno prima che qualche giorno dopo l’incontro d’approfondimento con gli autori.


La Rassegna si apre (giorno 20 Settembre) con un film intriso di passione civile: Fortapàsc. Insieme al regista Marco Risi, lo sceneggiatore Andrea Purgatori, il produttore e parte del cast verrà riaperto il caso Siani.
La rassegna è dedicata anche alla nuova generazione di autori che sta affermando, anche all’estero, una nuova idea di cinema italiano. Il 4 ottobre sarà protagonista il film di Claudio Cupellini, Una vita tranquilla, recentissimo successo di pubblico e di critica alla Festa del Cinema di Roma 2010. Girato tra Italia e Germania e sorretto da un monumentale Toni Servillo, il film di Cupellini è l’affermazione di un promettente gruppo di lavoro, che comprende gli sceneggiatori Filippo Gravino e Guido Iuculano.

Racconti di Cinema non è solo… cinema. Com’è nello spirito dei 100autori – Associazione che è dell’audiovisivo e non solo del cinema – la rassegna si riapre alla narrazione seriale con un altro incontro speciale dedicato a Boris (8 Novembre). Parleremo del film ma anche della serie incentrata sulle vicende della troupe di soap opera più amata dal pubblico italiano, e a svelarci tutti i segreti sulla banda del pesciolino rosso interverranno gli autori e registi Luca Vendruscolo, Giacomo Ciarrapico e Mattia Torre.

Chiude il ciclo il 6 Dicembre “La doppia ora”, di Giuseppe Capotondi, un’inedita – per il panorama cinematografico italiano recente – narrazione a cavallo tra i generi – un po’ noir, un po’ thriller, un po’ horror, un po’ mèlo – che rappresenta un esordio sorprendente e che si è aggiudicato la Coppa Volpi a Venezia 2009 per l’interpretazione di Ksenya Rappoport e si parla già di un remake hollywoodiano.

 

Mappa non disponibile

Date/Time
Date(s) - 20/09/2011 - 06/12/2011
All Day

Location

Category(ies) No Categorie

Lascia un commento