Tax credit – Tax shelter: Commissione europea approva le misure di credito fiscale


Bondi e Blandini: l`ok dell`UE su tax credit e tax shelter

"Saluto con soddisfazione – ha dichiarato il ministro per i Beni e le Attività Culturali Sandro Bondi – la decisione della Commissione europea, che ha approvato le misure di credito fiscale e di scudo fiscale per la produzione cinematografica introdotte dallo Stato italiano. Ringrazio il Commissario responsabile della concorrenza, Neelie Kroes, per la sensibilità dimostrata verso una norma che utilizza criteri culturali per promuovere la ricchezza della cinematografia italiana nel contesto europeo e tutti coloro che hanno contribuito a questo straordinario successo".

Analoga soddisfazione è espressa anche dal dg per il Cinema Gaetano Blandini "per questo notevole successo, ottenuto a poco più di tre mesi dalla richiesta italiana, e che costituisce un importantissimo tassello per l`effettiva applicazione in Italia di questi meccanismi fiscali di agevolazione per il cinema, esistenti nei principali Paesi UE ed attesi da almeno 15 anni nel nostro Paese.

In proposito – ha proseguito Blandini – rendo noto che una seconda parte del pacchetto di benefici, quelli concernenti gli investitori `esterni`, le imprese di distribuzione e di esercizio, sui quali l`UE ha chiesto all`Italia di poter condurre ulteriori approfondimenti, in quanto del tutto `nuovi` nel panorama comunitario, verrà a sua volta notificata a Bruxelles prima di Natale. Il ministro Bondi mi ha già dato precise disposizioni per adoperarmi con forza perché, attraverso il citato gruppo di lavoro e la nostra Rappresentanza, questa seconda `tranche` di aiuti, di eguale importanza rispetto a quelli che hanno avuto il nulla osta della Commissione UE, possa essere autorizzata nei primi mesi del 2009.

Intanto proprio per l`esigenza prioritaria che tutte le misure fiscali, compresi gli incentivi ancora non autorizzati, possano entrare quanto prima in funzione, comunico, infine, che sto percorrendo, su impulso del Gabinetto e dell`Ufficio legislativo, un`altra strada all`interno della nostra legislazione, ovvero l`applicazione – ha concluso Blandini – attraverso un`apposita modifica alla normativa della legge n. 244/2007, delle disposizioni comunitarie cosiddette `de minimis`, secondo le quali non è richiesto il beneplacito UE per gli aiuti fino a 200mila euro in tre anni per singola impresa"

 

Fonte: Cinecittà News

Mappa non disponibile

Date/Time
Date(s) - 19/12/2008
All Day

Location

Category(ies) No Categorie

Lascia un commento