Complesso San Carlo

Sto caricando la mappa ....

Address
Pianoscarano, ex facoltà di Scienze politiche
Viterbo

Lazio

Italia


Dal 27 giugno al 7 luglio il Complesso di San Carlo, nello storico quartiere di Pianoscarano, ospiterà il Tuscia Film Fest: undici serate consecutive di proiezioni e incontri con il cinema italiano dell’ultima stagione. Non solo: il programma estivo della manifestazione raddoppia e vola in Europa, con un weekend lungo a Berlino (29 agosto – 1° settembre) dedicato al nostro cinema e alla promozione del territorio.
Saranno Lillo e Greg – ospiti a Viterbo il 27 giugno insieme al regista Neri Parenti che li ha diretti in “Colpi di fulmine” – ad aprire l’edizione 2013: la coppia comica riceverà il Premio Pipolo Speciale il 27 giugno. Il 28 , invece, in scena il recital teatrale in anteprima nazionale “Un partigiano come Presidente. Le parole di Pertini” con Andrea Bosca, diretto da Aureliano Amadei e prodotto dal TFF, mentre la sera successiva riflettori puntati su Alessandro Gassmann che presenterà “Razzabastarda”, il suo film d’esordio da regista. Si susseguiranno poi altri protagonisti del cinema italiano di oggi: Paola Minaccioni per “Pazze di me” (30 giugno), Rolando Ravello (3 luglio) per “Tutti contro tutti”, Roberto Andò regista di “Viva la libertà” (4 luglio) e Massimiliano Bruno per “Viva l’Italia” (6 luglio). Conclusione il 7 luglio con “La grande bellezza”, ospite Umberto Contarello, co-sceneggiatore del film di Paolo Sorrentino. Il 2 luglio la giovanissima Rosabell Laurenti Sellers – protagonista femminile di “Buongiorno papà” – riceverà il Premio Pipolo 2013, il riconoscimento in memoria di Giuseppe Moccia in arte Pipolo assegnato ogni anno all’interno del TFF.
Ampio spazio sarà dedicato al meglio dell’enogastronomia della Tuscia nel chiostro del San Carlo con Enocinema, un quotidiano programma di degustazioni e incontri con i produttori del territorio, condotti da Carlo Zucchetti. “Grazie a una collaborazione ormai consolidata con il TFF – spiega l’enogastronomo – raccontiamo ancora una volta il nostro territorio, la sua storia e la sua cultura, attraverso il cibo e i vini, una tradizione che risale al tempo degli Etruschi”. Dalle 19 a oltre mezzanotte, una serie di eventi collaterali pre e dopo festival accompagnerà il pubblico. Dopo le undici serate a Viterbo, ne sono previste altre due a Canepina il 12 e il 13 luglio e quindi di nuovo nel capoluogo il 19 e 20 per TFF Kids, la sezione dedicata al cinema d’animazione per bambini e famiglie, presso il cortile di Palazzo Gentili, sede della Provincia di Viterb o. Il programma dettagliato del TFF 2013 è disponibile sul rinnovato sito www.tusciafilmfest.com.
 “Il Tuscia Film Fest – ha esordito Mario Brutti, presidente della Fondazione Carivit – ha ormai messo profonde radici nel territorio e l’estensione a Berlino non può che essere positiva. La Fondazione Carivit è sempre interessata a sostenere momenti di approfondimento culturale, di cui in Italia c’è assoluto bisogno”. “Il decimo anno del TFF – ha detto quindi l’assessore provinciale alla cultura, Giuseppe Fraticelli – rappresenta il raggiungimento di una tappa importante, in quanto è diventato un punto di riferimento della cultura viterbese grazie alla serietà e alla competenza degli organizzatori e del direttore Mauro Morucci, che ha operato sempre con l’obiettivo di contribuire a mettere in vetrina la nostra provincia. Riteniamo fondamentale il lavoro svolto dal TFF, la collaborazione attivata per ‘Incontri Gentili’ con la proiezione di film per ragazzi ha riscontrato un grande successo”. Per il sindaco di Viterbo Leonardo Michelini “ogni manifestazione che valorizza la cultura e il territorio è un elemento importante per la città di Viterbo. Il Tuscia Film Fest porta un evento culturale di grande qualità in un quartiere come Pianoscarano, uno dei più abitati del centro storico, dove ci sono attività produttive vere, autentiche. Chi verrà da fuori ad assistere agli spettacoli del Tuscia Film Fest potrà vedere una città ricca di vivacità e umanità. Inoltre, integrare la cultura con gli altri valori che questa terra è in grado di esprimere, come l’enogastronomia, fanno ben sperare in un futuro in cui l’economia locale sia legata alla cultura e possa offrire una migliore qualità d ella vita”. L’assessore comunale alla cultura Giacomo Barelli ha sottolineato “l’importanza del cinema come patrimonio nazionale e volano per l’economia. A Viterbo dobbiamo rilanciare la cultura cinematografica e grazie al TFF questo è possibile”.
Da quest’anno c’è anche una nuova partnership, quella con Confartigianato Imprese Viterbo: “Abbiamo trovato nel TFF – ha dichiarato il direttore Andrea De Simone – un’occasione importantissima di promozione dei prodotti del territorio. Sono orgoglioso, inoltre, di affiancare un prestigioso riconoscimento come il Premio Pipolo”. Confermatissima anche la sinergia con l’Università della Tuscia e Caffeina Cultura “Abbiamo dimostrato che la collaborazione funziona – ha detto Filippo Rossi, direttore artistico del festival Caffeina – I prodotti culturali sono atipici: più cresce l’offerta, più cresce la domanda. Grazie a Caffeina, Tuscia Film Fest e adesso anche Jazz Up, Viterbo sarà per undici giorni la capitale italiana della cultura e tutto questo grazie a una collaborazione. Solo colla borando tra loro, gli operatori culturali possono far crescere la città”.

Upcoming Events

  • Non ci sono eventi in questa posizione
  • Lascia un commento