DÉCAVISION / PATHÉ

Sto caricando la mappa ....

Address
avenue de Brogny
Annecy



Francia


Puntuale come sempre da 31 anni, torna Annecy Cinéma Italien (9-15 ottobre), la più completa rassegna all’estero della produzione cinematografica italiana che si tiene nella splendida città dell’Alta Savoia. Attesi numerosi ospiti, tra gli altri Ettore Scola, Daniele Vicari, Alessandro Gassman, Silvio Soldini e Jacques Perrin. Come ogni anno, il Festival offre una ricca selezione di opere prime e seconde e documentari che concorrono per il Grand Prix Annecy Cinéma Italien, il premio CICAE Pierre Todeschini e il premio del pubblico. Gli 8 documentari sono in lizza invece per il premio della giuria.
CONCORSO
– 31 gradi Kelvin di Giovanni Calvaruso
– Su re di Giovanni Columbu
– Nina di Elisa Fuksas
– Razzabastarda diAlessandro Gassman
– La variabile umana di Bruno Oliviero
– Amoreodio di Cristian Scardigno
– La prima neve di Andrea Segre
– Acqua fuori dal ring di Joel Stangle
La giuria è presieduta da Vittorio Boarini con Giancarlo Basili, Enzo D’Alo, Stéphane Freiss e André
Vallini.

CONCORSO DOCUMENTARI
– All’ombra della croce di Alessandro Pugno
– Per altri occhi di Silvio Soldini
– Bimba col pugno chiuso di Claudio Di Mambro, Luca Mandrile, Umberto Migliaccio
– Le cose belle di Agostino Ferrente e Giovanni Piperno
– Fedele alla linea di Germano Maccioni
– Noi non siamo come James Bond di Mario Balsamo
– Questa miniera di Valeria Allievi
– Libri e nuvole di Pier Päolo Giarolo

Inoltre, fuori concorso:
– La nave dolce di Daniele Vicari
La Giuria, composta da giornalisti del Club de la Presse des Pays de Savoie è presieduta da Eric Jozsef del
quotidiano Libération.

PREMIO SERGIO LEONE
A Roberto Andò, reduce dal successo straordinario di Viva la libertà, andrà il Premio Sergio Leone che ogni anno pone un regista italiano all’attenzione di pubblico e distributori francesi. Per l’occasione, saranno proiettati tutti i suoi film.

ANTEPRIME
Attesa anteprima per la Francia con il film di Ettore Scola Che strano chiamarsi Federico, ricordo/ritratto di Federico Fellini raccontato da Scola in occasione del ventennale della morte del grande regista riminese, per il quale Scola dichiara “Questo non è un film che somiglia a quelli che ho già fatto e l’ho fatto perché non è un film ma neppure un documentario. Non volevo ricordare Federico a 20 anni dalla sua morte con il solito campionario di repertori. Anche chi non ha visto mai un suo film è come se lo conoscesse, vive nel mondo che lui ha fatto di tutto per rendere più vivibile e più bello”.

FILM IN ANTEPRIMA:
– Che strano chiamarsi Federico di Ettore Scola
– Salvo di Fabio Grassadonia e Antonio Piazza
– Un giorno devi andare di Giorgio Diritti
– La città ideale di Luigi Lo Cascio
– Anni felici di Daniele Luchetti
– Il gemello di Vincenzo Marra
– Bellas Mariposas di Salvatore Mereu
– Sur les traces de Fellini di Gérald Morin

OMAGGI E RETROSPETTIVE

VIAGGIO NELLE MARCHE
La Regione Marche è al centro di questa edizione con numerosi film girati in loco da grandi cineasti – da Ossessione di Luchino Visconti, La porta del cielo di Vittorio De Sica, Straziami ma di baci saziami di Dino Risi, fino ai più recenti La stanza del figlio di Nanni Moretti e Il cuore grande delle ragazze di Pupi Avati. Inoltre un omaggio al grande  cenografo, tre volte premio Oscar, Dante Ferretti nato a Macerata: La classe operaia va in Paradiso di Elio Petri, I racconti di Canterbury di Pier Paolo Pasolini, Il mondo nuovo di Ettore Scola, E la nave va di Federico Fellini e Dagobert di Dino Risi.

JACQUES PERRIN ATTORE ITALIANO
Al raffinato attore francese che ha lavorato con grandi registi italiani e avuto un vero e proprio sodalizio con Valerio Zurlini, il Festival dedica una sezione con i film più rappresentativi: La ragazza con la valigia, Cronaca familiare e Il deserto dei Tartari di Valerio Zurlini, La corruzione di Mauro Bolognini, Il fornaretto di Venezia di Duccio Tessari, L’invitata di Vittorio De Seta.
LA NUOVA COMMEDIA ITALIANA
Negli ultimi anni il cinema italiano ha avuto una rinascita della commedia popolare con film che hanno riscosso un ottimo successo di pubblico e critica, come Tutti contro tutti di Rolando Ravello, Senza arte né parte di Giovanni Albanese, Immaturi di Paolo Genovese, Si può fare di Giulio Manfredonia, Benvenuti al Nord di Luca Miniero, Figli delle stelle di Lucio Pellegrini, Così è la vita di Aldo, Giovanni e Giacomo e Massimo Venier, Posti in piedi in paradiso di Carlo Verdone, Manuale d’amore di Giovanni Veronesi. Proiezione speciale anche di Miele di Valeria Golino, in collaborazione con ODAC (Ufficio Dipartimentale dell’Azione Culturale), organizzazione delle sale cinematografiche dell’Alta Savoia che propone un film italiano recente.
MOSTRE E DIBATTITI
Mostra fotografica di Antonio Maraldi a cura del Centro Cinema Città di Cesena e lezioni di cinema con lo scenografo Giancarlo Basili.

Upcoming Events

  • Non ci sono eventi in questa posizione
  • Lascia un commento