Editoriale
di Roberto Faenza

Articoli

Set
5

SOPRAVVIVERE ALLA STRAGE DI UTØYA. GREENGRASS RISPETTOSO. LE CORNA DOLENTI DI REYGADAS, IL “CIAO COME STO?” DI VALERIA

La Mostra di Michele Anselmi per Cinemonitor (10) Il titolo porta solo una data: “22 July”. Trattasi del 22 luglio 2011, quando il 32enne estremista dell’ultradestra norvegese Anders Behring Breivik, uno che si credeva un Templare, uccise a freddo 77 persone e ne ferì oltre 300: prima facendo scoppiare una bomba a Oslo a un […]

Read More
Set
4

VON DONNERSMARCK: 3 ORE VAN VIA VELOCI. NON DITE POLPETTONE. DAL MESSICO UNA QUASI AMANDA KNOX, DAGLI USA LA CANTONATA

La Mostra di Michele Anselmi per Cinemonitor (9) Sento già rimbalzare tra le parole e i tasti, a proposito di “Werk ohne Autor”, cioè “Opera senza autore”, la nota formuletta critica che ucciderebbe chiunque ai festival: “polpettone”. Io credo, invece, che tale non sia il nuovo film del tedesco Florian Henckel von Donnersmarck, il regista […]

Read More
Set
3

WILLEM DAFOE IL MIGLIOR VAN GOGH: PECCATO CHE PARLI INGLESE. NEMES FA IL “NUCHISTA” A OLTRANZA, GIBSON LO SBIRRO FURENTE

La Mostra di Michele Anselmi per Cinemonitor (8) Mi sbaglierò, ma in “At Eternity’s Gate” l’eclettico Julian Schnabel prende in prestito la vita di Vincent Van Gogh per parlare in buona misura di sé. E quindi dei dilemmi legati alla natura dell’arte, al rapporto con Dio, alla forza della pittura, alla rottura degli schemi, alla […]

Read More

Recensioni

Nov
12

RITROVARSI VERGINI AL MATRIMONIO NEL 1963: UN GROSSO GUAIO. “CHESIL BEACH”, ANCORA MCEWAN. IL FILM È SOTTILE: PIACERÀ?

L’angolo di Michele Anselmi  Non saprei dire se “Chesil Beach” sia “il capolavoro di Ian McEwan”, come recita lo strillo di lancio del film tratto da quel romanzo, ma so che lo scrittore britannico va forte al cinema. È appena uscito nelle sale, con buon esito commerciale, “The Children Act – Il verdetto” di Richard […]

Nov
10

LA VELISTA E IL NAUFRAGO: BEL FILM TEDESCO IN MEZZO AL MARE. MA PERCHÉ “STYX” E NON STIGE SE LA METAFORA È QUELLA?

L’angolo di Michele Anselmi “Styx” sta per Stige. Sì, uno dei cinque fiumi degli inferi, secondo la mitologia greca e romana poi ripresa da Dante; esso si estendeva in nove grandi meandri, a formare la palude Stigia, che ostacolava la via per arrivare al vestibolo dell’oltretomba. Perché non tradurre il titolo del film tedesco di […]

Nov
8

UN PICCOLO-GRANDE FILM DA VEDERE: “SENZA LASCIARE TRACCIA”. IL PADRE E LA FIGLIA NELLA FORESTA, FELICI: FINO A QUANDO?

L’angolo di Michele Anselmi  Oggi 8 novembre escono ben undici film: una follia. Non li ho visti tutti nemmeno io, che pure sono del ramo, figurarsi uno spettatore normale. Nel novero delle proposte ce n’è una che consiglierei di non perdere per nessuna ragione al mondo: “Senza lasciare traccia” della 55enne regista americana Debra Granik, […]

Nov
7

CHE FATICA SALVARE IL MONDO DA UN SOMMERGIBILE NUCLEARE. BUTLER, CHE FU LEONIDA, LUPO DI MARE CON “HUNTER KILLER”

L’angolo di Michele Anselmi Il presidente russo somiglia un po’ al nostro comico Max Tortora, pure per altezza; mentre Gerald Butler sembra una copia sbiadita di Russell Crowe, anche perché da noi i due hanno la stessa voce, quella di Luca Ward. Ciò detto, a non prenderlo sul serio come invece fa “la Repubblica” parlando […]