Articoli

Ott
19

ALLA FESTA IL PRIMO FILM ITALIANO CON “IL VIZIO DELLA SPERANZA”. LA MATERNITÀ REDIME L’ABIEZIONE SULLE RIVE DEL VOLTURNO?

La Festa di Michele Anselmi (2) In esergo c’è una frase di Giorgio Scerbanenco, il grande scrittore di polizieschi morto nel 1969. Recita: “…perché anche la speranza è un vizio che nessuno riesce mai a togliersi completamente”. Solo che non siamo nei quartieri milanesi dell’Ortica o del Giambellino, bensì alla foce del fiume Volturno, giù […]

Read More
Ott
18

LA FESTA N. 13 APRE CON UN CLONE DI TARANTINO: DREW GODDARD. “7 SCONOSCIUTI A EL ROYALE”, UN NOIR AL CHIUSO E AL SANGUE

La Festa di Michele Anselmi (1) Valeva la pena di inaugurare la 13ª Festa del cinema con “7 sconosciuti a El Royale”? Dipende dai gusti. Uscito negli Stati Uniti il 12 ottobre e nelle sale italiane da giovedì 25 con la Fox, il film, applaudito all’anteprima per la stampa, è uno di quei noir un […]

Read More
Ott
18

COME CAMBIA LA CRITICA CINEMATOGRAFICA AI TEMPI DI INTERNET. L’ESPERIENZA CON CINEMONITOR: ADESSO SO PER CHI SCRIVO

Si è svolto ieri nella sede di via Salaria 113, per la seconda Settimana della Sociologia organizzata da La Sapienza e dal CoRiS, un convegno sul tema “L’Italia che cambia. Le scienze sociali e della comunicazione di fronte all’accelerazione del mutamento sociale”. In una delle sezioni s’è parlato di “Cinema come spazio in difesa dei […]

Read More

Recensioni

Nov
29

“UN GIORNO ALL’IMPROVVISO”: IL CALCIO COME UNICA REDENZIONE? DA VENEZIA ALLE SALE. MA QUANTO RECITA ANNA FOGLIETTA…

L’angolo di Michele Anselmi  Tutti i ragazzi, nel film, portano il casco quando vanno in motorino. Strano. Qualcosa dev’essere cambiato davvero, perché siamo in una cittadina della provincia campana, e per una volta non si parla solo di camorra/“gomorra”. Non so se “Un giorno all’improvviso” debba in parte il titolo a quello che è diventato […]

Nov
28

MASTANDREA REGISTA PORTA A TORINO E NELLE SALE IL SUO “RIDE”. LO STRANO LUTTO DI CAROLINA: NON PIANGERE È UNA COLPA?

L’angolo di Michele Anselmi Capita sempre più spesso a Valerio Mastandrea di incarnare personaggi che si misurano con la morte, anche ravvicinata. Penso a “La linea verticale” per la tv, a “The Place” o “Euforia”, al prossimo “Domani è un altro giorno”. L’attore romano, classe 1972, è uno di quelli che non si tira indietro, […]

Nov
25

CHI SEGUE CHI IN “SEGUIMI”, IL NUOVO FILM DI CLAUDIO SESTIERI? UNO STRANO CASO PSICHIATRICO TRA SESSO E GHOST STORY

L’angolo di Michele Anselmi Adriano Aprà sostiene a proposito di “Seguimi” che “non sembra un film italiano: affascinante e misterioso, psicoanalitico ed erotico, con echi hitchcockiani” (l’Hitchcock in questione sarebbe “La donna che visse due volte”, ma lui naturalmente dice “Vertigo”). Un po’ esagera, magari per solidali frequentazioni. Ciò detto, bisogna riconoscere a Claudio Sestieri, […]

Nov
21

ROBIN HOOD “RISUOLATO” SEMBRA QUASI UN GUERRIERO NINJA. INUTILI I CONFRONTI, LA FRECCIA MIRA AI GIOVANI (E FA BENE)

L’angolo di Michele Anselmi Non ha davvero senso rimpiangere i Robin Hood di Russell Crowe o Kevin Costner, di Patrick Bergin o Sean Connery, solo per dirne alcuni tra gli innumerevoli visti sul grande schermo. “Robin Hood – L’origine della leggenda”, nelle sale con 01-Raicinema da giovedì 22 novembre, è un’altra cosa, nel senso che […]