Il cinema ancora brilla, ma i giovani disertano le sale

Trionfa il festival di Venezia. In realtà si chiama Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, una denominazione dannunzianamente pomposa, ereditata dal fascismo che la fondò nel 1932. Quest’anno si presenta come forse la migliore di sempre. Al punto che Cannes sembra impallidire. Il direttore Barbera si è dimostrato più aggiornato non disdegnando, come invece i francesi, anche […]

Siamo diventati un popolo di decerebrati?

Alla Casa del cinema di Roma si è svolto di recente un interessante incontro con il ministro dei beni culturali Dario Franceschini, organizzato dalla associazioni degli autori e dei documentaristi. Il ministro ha dato segni di “democraticità”, ascoltando paziente per due ore gli interventi dei singoli autori e infine rispondendo a ogni sollecitazione. Intanto ha […]

Zio Oscar fa il cinefilo e punta sugli autori (Birdman il favorito)

L’angolo di Michele Anselmi | Scritto per Cinemonitor Mai fidarsi dei Golden Globe, a proposito degli Oscar. Capita di rado, infatti, che i cine-premi assegnati a Hollywood dalla stampa estera facciano da battistrada alle mitiche statuette, ben più pesanti in termini di consenso e sostanza. Pare difficile, quindi, che l’eroico “Boyhood” di Richard Linklater e […]

Boyhood. Per chi ancora prova qualcosa

Boyhood, “fanciullezza”, avrebbe potuto chiamarsi anche “12 years project”, secondo quanto afferma il regista Richard Linklater: infatti il film è il risultato di un esperimento durato 12 anni, dal 2002 al 2013, periodo nel quale i protagonisti sono stati ripresi per poche scene a distanza di mesi, in modo da mostrare la crescita del protagonista […]