CINEPOSTER | ALIBI E SOSPETTI

Il thriller letterario alla Agata Christie è la cronaca di una partita a scacchi fra lo scrittore e il lettore dove conta lo svolgimento del gioco  molto più della vittoria: le mosse del primo  portano avanti uno schema preciso, le contromosse del secondo, basate su congetture e intuizioni, cercano di prevenire. I pedoni vanno avanti, […]

CINEPOSTER | CORALINE E LA PORTA MAGICA

Siamo sospesi nel vuoto: ci sarebbe da aver paura, se non fosse per il micetto, superbo della sua lunghissima coda, sbucato fuori dalla porticina luminosa, per tenerci compagnia o per accompagnarci dentro la fenditura abbagliante con una presenza rassicurante e familiare. Noi sicuramente varcheremo la soglia, non sopportando lo smarrimento dovuto alla privazione delle coordinate […]

CINEPOSTER | LOOK BOTH WAYS – AMORI E DISASTRI

  Il segnale di pericolo posto di solito prima della incroci e dei passaggi a livello, con la raccomandazione di guardare da entrambe le parti- il titolo originale-diventa nel film un precetto comportamentale pragmatico in vista dell’unica forma di saggezza perseguibile dall’uomo: la vita è un alternarsi ininterrotto di disgrazie ed amori, per parafrasare il titolo italiano, […]

CINEPOSTER | CHE-GUERRIGLIA

Avete presente l’icona del Che sulle t-shirt? La figura  sul poster pare al contrario quella di un fumetto: una presenza fisica esuberante, capelli e barba folti di un nero pieno, petto nudo persino sensuale, un pizzico di sofferta ironia nello sguardo e nella piega della bocca. La carnalità trionfante sulla locandina traduce lo sforzo di […]

CINEPOSTER | State of play

Il bianco e nero da cinegiornale evoca la nostalgia nonché l’urgenza del cinema  documentario di denuncia: la Storia è un ambiguo gioco di ruolo, manovrato da forze oscure incontrollabili, nascoste nell’ombra, le pedine coinvolte, complici volontari o vittime inconsapevoli, fanno le loro mosse. Compito del reporter/cineasta è quello di comprendere i meccanismi occulti della partita, […]

CINEPOSTER | LOUISE & MICHEL

  Baraccati sbrindellato o barboni, vera e propria stonatura nel paesaggio da eden di lusso alle loro spalle, le due figure sono già una contestazione ai manichini plastificati offerteci dalla sottocultura televisiva oggi dominante: hanno un’espressione fiera, l’uomo brandisce addirittura un’arma ed il loro intento è, senza possibilità di equivoco, aggressivo. Patrizi contro plebei, ricchi […]

CINEPOSTER | FORTAPA`SC

  Ancora una volta le giovani generazioni rappresentano la coscienza civile di un Paese ridotto a un grottesco far-west, dove solo  difensori del bene isolati e fuorilegge si contendono lo spazio libero per duelli all’ultimo sangue: il poster fotografa però l’immagine di un pistolero intellettuale, armato esclusivamente di occhiali. La vista è lo strumento privilegiato […]

CINEPOSTER | PONYO SULLA SCOGLIERA

  Il vento fa ondeggiare le barche degli uomini sul mare: dalla schiuma delle onde emerge il buffo visino, incorniciato da chioma rossa, di una strana creaturina, una bambina-pesce dagli occhi enormi e dalla bocca minuscola. Il suo galleggiare lì, a metà fra il sotto e il sopra, non rompe la perfetta sintonia cromatica fra […]

CINEPOSTER | DIVERSO DA CHI?

  L’allegro e scanzonato triangolo guarda dal letto l’obiettivo e pare sfidare i pregiudizi dell’anonimo spettatore dicendo: diverso da chi o meglio diverso chi? L ’uomo e la donna ai lati non si contendono il maschio al centro, né lui pare diviso fra l’uno e l’altra: persino l’erotismo è ridotto a spiritosa schermaglia a tre. […]

CINEPOSTER | GRAN TORINO

  Molti registri nelle loro opere si appiattiscono sugli umori della società, Clint Eastwood al contrario si assume la responsabilità di non rinunciare nei suoi lavori alla propria personalità di attore coincidente con quella di autore: il suo volto è una firma, un sigillo a garanzia dell’autenticità d’ispirazione del messaggio. Nel poster di Gran Torino […]