Lost in Translation, i misfatti del doppiaggio

L’angolo di Michele Anselmi | Pubblicato su “Lettera 43“ Inchiniamoci ai nostri doppiatori: probabilmente i migliori del mondo per antica tradizione, in parte originata dall’autarchico ventennio fascista. Ma è anche vero che gli spettatori italiani dovrebbero abituarsi all’idea di vedere i film in lingua originale coi sottotitoli. Sforzandosi magari un po’. Perché il rapporto voce-volto […]