“IL TESTIMONE INVISIBILE” BLUFFA O BARA? DIPENDE DAI GUSTI. MORDINI RICOPIA UN NOIR SPAGNOLO TRA AVIDITÀ E VENDETTA

L’angolo di Michele Anselmi  La domanda è semplice: “Il testimone invisibile” bluffa o bara? Il distinguo non suoni sciocco, perché i polizieschi col finalone a effetto sono un classico del cinema di tensione/deduzione. In fondo, sia pure con risultati ben più alti, anche “I soliti sospetti” barava parecchio, benché desse allo spettatore la sensazione di […]