Metafisica del belletto: il cinema commerciale diventa consapevole di sé

I teorici del cinema sostengono spesso una divisione netta fra i film narrativi e quelli sperimentali, con una (spesso non troppo implicita) preferenza per i secondi, che mettono in evidenza i meccanismi del linguaggio cinematografico ed evitano l’effetto anestetizzante proprio delle pellicole spettacolari. In questa sede la nostra intenzione non è quella di sovvertire questa […]