MOLESTIE SESSUALI E LOTTA DI CLASSE SECONDO GIORDANA. CAPOTONDI DIVENTA VITTIMA (MA GUAI A TOCCARLE BRIZZI)

L’angolo di Michele Anselmi Esce giovedì, per l’8 marzo, “Nome di donna”, e ovviamente non è una coincidenza. Il nuovo film per il grande schermo di Marco Tullio Giordana, a otto anni da “Romanzo di una strage”, parla infatti di molestie sessuali, di potere maschile, di silenzi da vincere, pure di processi difficili; e se […]