“VICE. L’UOMO NELL’OMBRA”, UNA SATIRA CHE TENDE ALLA NOIA (DAVVERO TUTTI I MALI DEL MONDO VENGONO DA DICK CHENEY?)

L’angolo di Michele Anselmi  Sarà pure, come ha scritto su “Rolling Stone” David Fear, “un film gonzo e fuori di testa” (per “gonzo” bisogna intendere estremo, geniale, personale, fatto di citazioni, sarcasmo, humour, esagerazioni e iperboli). E tuttavia a me “Vice. L’uomo nell’ombra” sembra tedioso e cervellotico esattamente quanto il precedente film di Adam McKay, […]